di

La Cina è sempre stata all'avanguardia per quanto concerne la levitazione magnetica. Da parecchi anni oramai i Maglev collegano le più importanti metropoli cinesi separate spesso da pochi minuti di viaggio in treno, poiché questi ultimi possono raggiungere velocità pazzesche.

I ricercatori della Southwest Jiaotong University non si sono però arresi alle tecnologie attuali, e hanno infatti appena presentato un prototipo capace di scardinare le performance raggiunte sinora. Il nuovo treno Maglev che misura 21 metri di lunghezza è stato collegato al tracciato di test di Chengdu lo scorso 13 gennaio, e promette una velocità massima di 620 km/h la quale può persino arrivare a 800 km/h nel prossimo futuro e con ulteriori ricerche.

Tutto ciò si traduce nel fatto che i passeggeri potranno andare da Pechino a Shanghai in appena tre ore e mezza (620 km/h). Per coprire la distanza fra le due metropoli in aereo occorrono invece almeno quattro ore e venti, e ci teniamo a ricordare che la città più popolosa della Cina e la sua capitale sono separate da circa 1.200 chilometri.

Il treno a levitazione magnetica fa uso di potentissimi magneti per sostenere il treno e inquadrarlo sui binari, mentre un altro set di magneti lo spedisce in una direzione o nell'altra. All'atto pratico il treno è sospeso nell'aria, per cui non è causa diretta di emissioni di gas serra e la sua propulsione non provoca rumori forti e spiacevoli. Ad oggi i Paesi i quali fanno affidamento su tale tecnologia sono tre: Cina, Corea del Sud e Giappone.

"La superconduttività si sprigiona dove la resistenza elettrica si avvicina allo zero e quando la temperatura viene spinta verso il basso. Lo stato di superconduzione è un elemento chiave per supportare veicoli Maglev più efficienti e veloci." Questa la sintesi riportata nel video in alto dal South China Morning Post.

In base agli sforzi economici e di ricerca, l'operatività del veicolo potrebbe avvenire nei prossimi tre o dieci anni, e dal nostro canto non vediamo l'ora di poterlo vedere all'opera. A proposito di treni ed efficienza, il Regno Unito ha approntato una nuova locomotiva sostenibile, attraverso la quale emettere meno CO2 nell'atmosfera.

Il Canada punta invece sulla tecnologia Hyperloop: lo stato nordamericano ha intenzione di investire somme ingenti per treni capaci di raggiungere i 1.000 km/h in tubi a vuoto. Al momento è in corso uno studio in merito alla fattibilità del progetto, ma non mancheremo di aggiornarvi in caso di novità.

FONTE: electrek
Quanto è interessante?
1