Cina: le elettriche super economiche stanno stravolgendo il mercato

Cina: le elettriche super economiche stanno stravolgendo il mercato
di

Fino a qualche anno fa il mercato cinese aveva dei meccanismi che noi europei faticavamo a comprendere. La classe medio-bassa aveva a disposizione vetture di dubbia qualità e i più abbienti puntavano su berline europee dal passo allungato. Ora questo mercato è più in linea che mai con il trend mondiale ed è protagonista della rivoluzione elettrica.

La Cina è uscita dalla pandemia in maniera forte e decisa, con un Pil addirittura cresciuto del 2,3%. Ha invece leggermente faticato il settore dei veicoli elettrici, con una modesta crescita dell'8%. Un dato che si contrappone alla crescita mondiale del 39%.

Con il 30% di veicoli venduti nel mondo nel 2020, la Cina si è imposta come un tassello essenziale nel plasmare il futuro dell'automobile. L'adozione dell'elettrico è ben voluta dai leader del paese, una soluzione per limitare la dipendenza al petrolio importato. Nel 2021 è prevista una crescita del 50% delle quote EV, portando i veicoli elettrici a circa il 10% delle vendite interne, contro il 4,2% delle immatricolazione del 2020.

Le regine delle vendite sono due e un nome probabilmente non ve lo aspettate. Partiamo con la scontata Tesla Model 3, che ha aumentato esponenzialmente le vendite grazie all'attivazione della Gigafactory 3 di Shangai. Ma la vera sorpresa del 2020, con un successo strepitoso, è la Hongguang Mini EV, un piccolo ed economico veicolo urbano elettrico che ha letteralmente lanciato una tendenza nel paese. La piccolina è frutto della collaborazione di SAIC, Wuling e General Motors ed è offerta al corrispettivo di soli 3.600 euro. Ha un'autonomia di oltre 160 km, una velocità massima di 100 km/h e spazio per quattro persone. ABS e sensori della pressione degli pneumatici sono di serie, aggiungendo circa 1.000 euro è possibile avere anche i sensori di parcheggio e l'aria condizionata.

Il successo della Hongguang ha già portato sul mercato la concorrenza e non passerà molto tempo all'esportazione di veicoli simili in Europa e negli Stati Uniti. È stata la nostra premessa: il mercato cinese ora può dettare (alcune) regole.

FONTE: Autocar
Quanto è interessante?
3