La chiave per diffondere le auto elettriche? 'Introduciamo in Europa le Kei Car'

La chiave per diffondere le auto elettriche? 'Introduciamo in Europa le Kei Car'
di

La diffusione massiccia delle auto elettriche potrebbe essere agevolata dall'introduzione delle Kei-car anche in Europa. Ne è convinto il numero uno di ACEA, l'Associazione europea dei costruttori di automobili, nonché CEO di Renault, Luca De Meo.

Parlando in vista della conferenza COP 28 sul clima, il noto manager milanese si dice convinto che il modello da seguire sia appunto quello dello Kei-Car, fenomeno che spopola in Giappone non conoscendo crisi.

Per chi sente per la prima volta questo termine, si tratta di piccole auto con una cilindrata e dimensione ridotte, che pesano poco, inquinano poco e che in Giappone godono anche di alcune agevolazioni fiscali.

Sono comodissime per gli spostamenti in città e la loro filosofia è ripresa in parte dai quadricicli elettrici, come ad esempio la simpatica Fiat Topolino, presentata lo scorso luglio e in attesa di arrivare sulle nostre strade.

“Le kei car sono un perfetto esempio di ciò che dovremmo essere in grado di fare”, le parole di De Meo in conferenza, invitando quindi alla produzione di auto dal prezzo ridotto, che possano pagare pedaggi autostradali in sconto, che abbiano un accesso ai centri urbani e che non siano soggette alle restrizioni di parcheggio delle vetture più grandi.

"Dobbiamo collaborare con i responsabili politici per creare le condizioni per la produzione di una gamma diversificata di modelli a zero emissioni – ha aggiunto De Meo, come si legge su Motor1 - compresi i veicoli elettrici di piccole dimensioni e a prezzi accessibili, che siano redditizi da produrre in Europa", puntualizzando che "sì al momento le auto elettriche per molti consumatori costano ancora troppo", ma "con batterie più piccole e autonomie comunque utili, intorno ai 400 chilometri", il prezzo degli EV è destinato a scendere.

In ogni caso non si torna più indietro: "E' scritto nelle norme – precisa il numero uno di ACEA - non c'è un ritorno al passato, certo c'è un dibattito sui carburanti alternativi carbon zero, l'auto elettrica diventerà dominante in Europa".