Le celle 4680 di Tesla sono eccellenti, ma quando arrivano in Europa?

Le celle 4680 di Tesla sono eccellenti, ma quando arrivano in Europa?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Per quanto riguarda Tesla, nel corso degli ultimi mesi non si è fatto altro che parlare delle nuove celle 4680, le quali renderanno i pacchi batterie delle vetture del brand molto più prestanti in termini di peso ed efficienza e piuttosto economici da produrre se paragonati a quelli costruiti con le attuali tecnologie.

La casa automobilistica californiana sta facendo di tutto per costruire quanto prima e nel modo più veloce possibile queste eccellenti celle, per cui ha rinsaldato la partnership con Panasonic: il colosso tech giapponese aiuterà Tesla garantendo dei volumi in grado di sostenere la vendita di autovetture.

Tutto questo però non ci dice come e quando queste celle arriveranno sul suolo europeo, ma dei recenti report ci fanno sapere come Tesla stia progettando la costruzione di un nuovo impianto in congiunzione con Gigafactory Berlin, ove assicurare ai cittadini del Vecchio Continente non soltanto le Model Y, ma anche i pacchi batterie che muoveranno il crossover elettrico.

Al momento il debutto della Model Y in Europa è previsto per la metà del 2021, e cioè quando lo stabilimento di Berlino raggiungerà la piena operatività, ma adesso Bloomberg ha aggiunto nuove informazioni ad un quadro sempre più chiaro. Secondo la società di news americana, Tesla starebbe per ricevere una porzione dei 3,5 miliardi di dollari di aiuti per la produzione di celle in Germania. Il ministro dell'economia tedesco, Jörg Steinbach, ha affermato che la fabbrica teutonica di batterie Tesla potrebbe raggiungere la piena operatività in circa due anni.

E' palese a questo punto che le prime Model Y possano non basarsi sulle celle 4680, o che magari vadano a impiegarle soltanto per alcune varianti sfruttando la produzione di nuove celle in Cina o negli Stati Uniti. Data la velocissima espansione del mercato delle vetture elettriche, di recente si è innescata una vera e propria corsa alla fornitura di batterie: molti produttori stanno sgomitando fra loro nell'intento di siglare accordi vantaggiosi od esclusivi coi costruttori di celle.

Dal nostro canto speriamo soltanto che questa meccanica non porti ad una lievitazione dei costi, e che gli automobilisti possano nel prossimo futuro acquistare auto elettriche a prezzi sempre più convenienti.

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
1