A causa del Covid-19 Volkswagen sta bruciando 2 miliardi di euro a settimana

A causa del Covid-19 Volkswagen sta bruciando 2 miliardi di euro a settimana
di

La situazione legata all'epidemia di Coronaviurs non sembra migliorare affatto, anzi. La riapertura degli stabilimenti atti alla produzione di auto sembra essere lontana, e questo sta causando ai danni di Volkswagen una perdita di circa 2 miliardi di euro a settimana.

Lo ha dichiarato il CEO del Gruppo, Herbert Diess, ai microfoni televisivi del canale tedesco ZDF. Il dirigente ha precisato che la compagnia dà lavoro a 671.000 persone in tutto il mondo, e al momento non effettua alcuna vendita al di fuori della Cina, ma sta provando a ripartire dove possibile.

"Dobbiamo ripensare la produzione. Il livello di disciplina che abbiamo adottato in Cina non l'abbiamo ancora avuto presso le nostri sedi tedesche. Solo nel caso riuscissimo, come in Cina, Corea e altre nazioni asiatiche, a riportare il problema sotto controllo, allora avremo una chance di uscire dalla crisi senza perdite di posti di lavoro. Questo richiede un intervento importante."

Intanto, come già brevemente sottinteso in precedenza, in Cina la ricerca di nuove auto ha nuovamente iniziato a farsi sentire, ma i livelli di produttivi risultano ancora dimezzati. Ricordiamo che attualmente Volkswagen è il più grande produttore di veicoli al mondo, dispone di 124 stabilimenti in tutto il mondo, dei quali 72 solo in Europa e 28 in Germania. E Diess ha fatto chiaro il peso che lo stop produttivo sta causando per via dei costi fissi da sostenere, che ammontano a "circa 2 miliardi di Euro a settimana".

Al momento non è solo l'Europa a dover affrontare una situazione simile, ma anche gli Stati Uniti. Sono lampanti le immagini che sono state catturate alcuni giorni fa a New York, a testimoniare una desolazione che la metropoli della East Coast non ha mai vissuto prima d'ora. Per concludere vogliamo rimandarvi poi ad un nostro speciale, utile a fare chiarezza sui metodi da utilizzare per difendersi dal Coronavirus in auto.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
2