Carlos Tavares a ruota libera sull'elettrico: dubbi e paure del CEO di Stellantis

Carlos Tavares a ruota libera sull'elettrico: dubbi e paure del CEO di Stellantis
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Carlos Tavares, CEO di Stellantis, è uno che nell'auto elettrica ci ha sempre creduto. Con PSA ha intuito la direzione che avrebbe preso il mercato ed ha costruito negli anni un know-how ora necessario per rimanere competitivi.

Tuttavia il manager portoghese ha espresso dubbi sulla rivoluzione elettrica e si è tolto molti sassolini dalla scarpa in una lunga intervista rilasciata al Financial Times. La prima critica è sul futuro monopolio elettrico: “Penso che avremmo potuto essere più efficienti adottando più tecnologie e non una singola tecnologia”. Tavares poi riflette su ciò che i governi chiedono per limitare le emissioni, con critiche sulla metodologia usata: “I governi stanno seguendo l'opinione pubblica, che per me va bene, ma è necessario comprendere la scienza, l'analisi completa del ciclo di vita e non solo le emissioni dallo scarico”, aggiungendo che “nessuno dovrebbe dimenticare da dove proviene la decisione: non dall'industria automobilistica. Dobbiamo tenerlo presente per il futuro”.

Sul prezzo delle elettriche lancia l'allarme: “Hai bisogno di persone disposte ad acquistarle e permettersele. Se non manteniamo l'accessibilità avremo un impatto sulla libertà di mobilità, un grave problema per le moderne democrazie”. Stando a Luca De Meo, CEO di Renault, il problema non è soltanto delle elettriche; a suo avviso con l'Euro 7 il prezzo delle vetture compatte a motore termico potrà raddoppiare.

Tavares fa un esempio molto chiaro, o la bici o l'auto elettrica: “La percentuale di auto a basse emissioni vendute sarà del 30-35% entro il 2025 e non meno del 70% entro il 2030 [...] se le normative non te lo consentono [di circolare con veicoli "inquinanti"] potrete scegliere tra la vostra bici o un veicolo elettrico: dipende da voi”. Il tema è stato più volte ripreso anche dall'analista Matthias Schmidt.

In questo intricato scenario non vanno infine dimenticati i concetti di produttività e margini di profitto. Secondo Tavares se l'imminente rivoluzione funzionerà in toto, mantenendo anche prezzi bassi al pubblico, le dimensioni del mercato saranno simili o maggiori. In caso contrario si dovrà ritoccare la produzione: “La sfida non è zero emissioni, ma una sfida sull'accessibilità economica, per proteggere i margini ed evitare significative conseguenze sociali”.

FONTE: Autocar
Quanto è interessante?
1