Caricare al massimo una BMW può portare a un incendio, questi i modelli interessati

Caricare al massimo una BMW può portare a un incendio, questi i modelli interessati
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nella lotta al cambiamento climatico e nella rincorsa al rispetto delle nuove normative sulle emissioni, i produttori di auto immettono sul mercato vetture elettriche a ritmi altissimi, forse troppo. Al contempo non bisogna però mai dimenticare i rischi di incendio i quali, senza rodaggi sistematici, possono essere piuttosto elevati.

BMW ad esempio è stata costretta a richiamare moltissimi modelli plug-in hybrid per problemi al pacco batterie, fornito direttamente da Samsung: a quanto pare, ricaricando completamente i veicoli, c'è una certa possibilità di innescare un incendio.

AutoNews fa sapere che 26.900 esemplari, costruiti tra il 20 gennaio e il 18 settembre 2020, risulterebbero coinvolti in questo malfunzionamento. Nello specifico parliamo delle Serie S Active Tourer, X1, X2, X3 ed X5, più tutte le versioni ibride di Serie 3, Serie 5 e serie 7. Incluse anche le i8s assemblate quest'anno, così come la Mini Countryman PHEV.

La stragrande maggioranza di questi esemplari si trova in Europa, ma BMW non ha fornito ulteriori dettagli in tal senso. A quanto pare la problematica può ancora essere ampiamente limitata, poiché più dei due terzi di queste vetture si trovano ancora presso le concessionarie.

"Un'analisi interna ha rivelato che in casi molto rari, delle particelle potrebbero essere entrate nella batteria durante la fase di produzione. Quando la batteria è completamente carica, si può andare incontro ad un cortocircuito tra le celle delle batterie, e ciò porta allo scaturire delle fiamme." Queste le parole del produttore tedesco ai microfoni di un notiziario.

I tecnici del team ispezioneranno ogni singola macchina, e le riparazioni non andranno assolutamente a pesare sulle tasche dei clienti. Non è chiaro quando il brand inizierà a ritirare gli esemplari in mano agli automobilisti, ma per il momento BMW ha consigliato di non portare al 100 percento le batterie.

Restando in tema di auto elettriche, durante la giornata di ieri il Gruppo Renault ha scoperto delle carte molto interessanti. In primis ha presentato al mondo la sua Renault Mégane eVision: una vettura completamente elettrica che punta a stravolgere la classica hatchback. Successivamente è stato il turno della Dacia Spring Electric, che arriverà sul mercato a un prezzo "imbattibile".

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1