Caos alle Olimpiadi di Tokyo: Toyota ritira la pubblicità legata all'evento

Caos alle Olimpiadi di Tokyo: Toyota ritira la pubblicità legata all'evento
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Doveva essere l’edizione della ripartenza, della rinascita, invece le Olimpiadi di Tokyo 2020 si stanno trasformando in un disastro epocale - con Main Sponsor come Toyota che stanno “fuggendo” a gambe levate dalla manifestazione.

Toyota, il brand automotive più imponente del mondo, non vedeva l’ora di sfoggiare in casa i suoi veicoli ecologici alle Olimpiadi di Tokyo, enorme del resto era stato anche l’investimento pubblicitario, con la realizzazione di numerosi video da mandare in onda durante tutta la manifestazione.

Nei giorni scorsi però la situazione è alquanto precitata: ieri 18 luglio sono stati confermati i primi casi di positività al Coronavirus all’interno del villaggio olimpico, notizia che ha aumentato il malcontento della popolazione locale e scatenato le proteste. Per questo motivo da grande festa dello sport, le Olimpiadi sono diventate per Tokyo e il Giappone tutto un evento “negativo”, motivo per cui Toyota ha deciso di ritirare tutti gli spot pubblicitari realizzati per l’occasione.

Akio Toyoda inoltre, il presidente della compagnia automobilistica, ha deciso di non partecipare alla cerimonia di apertura che avverrà questo venerdì 23 luglio. Il brand non vuole vedere i suoi veicoli associati a un evento con connotazioni negative, com’è ormai stato bollato dalla popolazione giapponese. Toyota continuerà a sostenere gli atleti e a fornire le vetture per gli spostamenti interni alla manifestazione, il battage pubblicitario però sarà ridotto a zero…

FONTE: Open
Quanto è interessante?
1