di

Canoo è una startup statunitense la quale, dalla fine del 2019, non ha fatto altro che accrescere la sua popolarità mostrando al mondo dei veicoli assolutamente avveniristici, i quali spaziavano dalle autovetture ai mezzi di trasporto pubblico fino ai camion per consegne in città.

Stavolta ha voluto sorprenderci attraverso dei camion elettrici commerciali dall'estetica particolarmente squadrata, asettica e funzionale, dominata da superfici metalliche e vetro, ambedue riflettenti. In linea di massima il mezzo sembra derivare direttamente dal mondo di Cyberpunk 2077, ma dovrebbe arrivare entro la fine 2022.

I veicoli si baseranno tutti sulla piattaforma skateboard proprietaria del brand, che in passato è stata classificata come estremamente duttile e capace di dare le fondamenta a qualunque tipo di veicolo a quattro ruote. Canoo offrirà ben tre camion differenti: l'MPDV1 e l'MPDV2 arriveranno in un paio di anni, mentre l'MPDV3 giungerà sul mercato poco dopo. Ovviamente il più piccolo sarà l'MPDV1, che garantirà una capienza di 5.600 litri circa, invece l'MPDV2 si aggirerà sui 12.500 litri.

Della propulsione si occuperà un singolo motore elettrico dalla potenza di circa 200 cavalli, mentre la coppia si attesterà sui 320 Nm. Le opzioni per il pacco batteria di MPDV1 e MPDV2 saranno tre: 40 kWh per 200 km di range, 60 kWh per un'autonomia di 300 chilometri e 80 kWh ad offrire una percorrenza per singola carica di quasi 400 km. Questi dati riguardano il furgone più piccolo, ma per l'MPDV2 bisogneranno sottrare ogni volta 50 chilometri.

Un problema derivante dall'integrazione di pacchi batterie via via più ampi va a impattare sulla capacità di carico, che passa dai 900 kg con pacco da 40 kWh ai 600 kg con quello da 80 kWh. E' chiaro che la fase di sviluppo è ben lontana dalla sua conclusione, ma per il momento non possiamo fare altro che attendere numeri più precisi in vista del lancio.

Per avviarci a concludere vogliamo invece rimandarvi al futuro della mobilità privata per Canoo: un attico su quattro ruote utilizzabile tramite servizio in abbonamento.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
1