BYD sfida Tesla e CATL con la batteria da 1,2 milioni di km e 3.000 cicli di carica

BYD sfida Tesla e CATL con la batteria da 1,2 milioni di km e 3.000 cicli di carica
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Se gli appassionati di videogiochi hanno le loro Console War, in ambito automotive abbiamo la battaglia delle batterie per EV. Ora anche BYD rilancia i dati della concorrenza e presenta una batteria in grado di caricarsi e scaricarsi per 3.000 cicli completi oppure toccare quota 1,2 milioni di km.

Se seguite le nostre pagine sapete già come sia scottante il territorio delle batterie per EV. Molti utenti sono ancora scettici a riguardo, pensano che le auto elettriche abbiano ancora poca autonomia e soprattutto non si fidano delle batterie installate dai produttori, non sanno quanti anni dureranno, quanto costerà sostituirle una volta inutilizzabili e via dicendo. Tutti dubbi legittimi, vista la "giovinezza" della tecnologia, ora però sono diversi i produttori che offrono batterie in grado di sopravvivere per oltre 1 milione di km.

Tesla deve ancora programmare il suo Battery Day, durante il quale annuncerà importanti novità in merito, nel frattempo uno dei suoi fornitori CATL ha lanciato la batteria che dura 16 anni e 2 milioni di km. Anche Svolt, altra società cinese specializzata in accumulatori per EV, ha presentato la batteria garantita 15 anni e 1,2 milioni di km. Non poteva mancare BYD, uno dei più grandi produttori cinesi di EV e partner di Toyota, che ha ora presentato la sua nuova offerta: come dicevamo sopra, una batteria da 1,2 milioni di km e resistente a 3.000 cicli completi di carica/scarica.

Queste batterie LFP (al litio-ferro-fosfato su cui ha messo gli occhi anche Tesla) possono anche caricarsi dal 10% all'80% in 33 minuti e sono più dense delle normali batterie agli ioni di litio (circa il 50% in più, afferma BYD). Con uno di questi accumulatori, l'azienda cinese promette un'autonomia fino a 605 NEDC, un dato che ovviamente dipende dalla macchina, dai motori, dalle condizioni della strada ecc. in ogni caso l'industria sembra aver risolto un problema alquanto scottante: quello della durata delle batterie, superando ampiamente i 10 anni per la tranquillità degli utenti.

FONTE: InsideEVs
Quanto è interessante?
1