di

Ogni tanto capita di vedere qualche veicolo in fiamme, è raro ma può succedere, specialmente con i veicoli elettrici. In questo caso la cosa fa ancora più rumore perché a prendere fuoco è stato un bus nei pressi di un campus universitario in Cina, che ha innescato la combustione di altri mezzi nei suoi paraggi.

La registrazione di una camera di sicurezza ci mostra un parcheggio di bus elettrici nei pressi del campus universitario della regione autonoma di Guangxi Zhuang, dove il primo mezzo parcheggiato sulla destra prende inspiegabilmente fuoco.

Non sembrava niente di troppo grave, ma una successiva esplosione ha fatto divampare le fiamme verso il bus parcheggiato accanto, che a sua volta ha iniziato a bruciare, ripetendo lo stesso iter che abbiamo appena descritto. Da lì è incominciata una reazione a catena che ha visto coinvolti un totale di 5 bus, quattro dei quali andati completamente distrutti.

Secondo i telegiornali cinesi, l’intervento dei pompieri è giunto sul luogo del misfatto in circa 20 minuti, e in breve tempo è riuscito a spegnere l’inferno creatosi. Fortunatamente non ci sono stati feriti, ma è ancora sconosciuta la causa dell’apparente autocombustione avvenuta sul primo bus.

Tutto è bene quel che finisce bene, ma non è la prima volta che vediamo eventi di questo genere. Di recente abbiamo visto una Aventador andata in fumo, perché utilizzata per cuocere il kebab con le fiamme dagli scarichi, ma niente è paragonabile al danno incalcolabile di questa Ferrari F40 bruciata in Giappone.

FONTE: Carscoops
Quanto è interessante?
1