Bugatti e Rimac si uniscono! Le hypercar raggiungeranno un nuovo livello

Bugatti e Rimac si uniscono! Le hypercar raggiungeranno un nuovo livello
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Da alcuni mesi a questa parte si è parlato moltissimo di un eventuale passaggio di Bugatti da Volkswagen a Rimac, ma finora non avevamo avuto nulla di concreto da poter riportare. Oggi invece arriva la fumata bianca, poiché i due brand specializzati nello sviluppo e nella produzione di hypercar si sono appena uniti!

La nuova compagnia avrà in Croazia la sua sede centrale e risponderà al nome di Bugatti Rimac LLC. Le azioni della società saranno detenute al 45 percento da Porsche e al 55 percento dallo stesso Gruppo Rimac. Il CEO sarà invece rappresentato dall'attuale boss di Rimac, Mate Rimac, che in possesso del 37 percento delle quote del produttore croato, mentre Porsche e Hyundai Motor Group ne detengono rispettivamente il 24 e il 12 percento. Oliver Blume, presidente Porsche, e Lutz Meschke, vicepresidente della casa di Stoccarda, vanno a inserirsi direttamente nel consiglio di amministrazione della nuova joint venture.

Le tecnologie Rimac inerenti propulsori elettrici, batterie e componenti varie andranno a far parte della divisione Rimac Technology, la quale è sempre sottostante al Gruppo Rimac, ma resterà indipendente e continuerà a lavorare con altre case.

Bugatti e Rimac invece resteranno brand divisi, e rimarranno proprietari dei rispettivi stabilimenti situati in Francia e Croazia. Dal 2023 però la nuova compagnia avrà come sede centrale l'avveniristico Rimac Campus situato appena fuori Zagabria, dove al momento già lavorano 2.500 persone.

L'eccitazione degli osservatori non concerne però esclusivamente l'assetto societario, bensì abbraccia nache la sinergia fra due produttori di auto dalle capacità stratosferiche nei rispettivi campi di interesse. Da una parte abbiamo Bugatti, che da oltre un secolo costruisce auto di lusso e ha maturato un'esperienza gigantesca nello sviluppo di hypercar tradizionali. Dall'altra c'è Rimac, che coi suoi mostri a zero emissioni ha più volte sorpreso il pubblico e continua a farlo grazie all'incredibile Nevera presentata pochissimo tempo fa.

Ecco le parole di Oliver Blume sulla questione:"Stiamo cominando la grande esperienza di Bugatti nel business delle hypercar con la formidabile forza innovativa che Rimac concentra nel promettende mondo della mobilità elettrica."

Probabilmente dovremo attendere almeno un paio di anni prima di veder pronti gli sgargianti frutti della sinergia, ma gli appassionati di motori sono certi che assisteremo a dei prodotti ingegneristici da strapparsi i capelli.

FONTE: autocar
Quanto è interessante?
2