Bugatti Baby II, la piccola elettrica da 30.000 euro e 5.4 CV

Bugatti Baby II, la piccola elettrica da 30.000 euro e 5.4 CV
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La neonata Bugatti La Voiture Noire, già rinominata la one-off più costosa della storia dopo la presentazione al Salone di Ginevra, difficilmente riuscirà a entrare nel vostro garage, c'è però un modo per avere comunque un veicolo del brand francese: la Bugatti Baby II.

Il marchio, che festeggia quest'anno i suoi primi 110 anni di storia, ha deciso di fare un salto nel passato, tornando addirittura al 1925. È l'anno in cui Ettore Bugatti ha costruito per il figlio una piccola Type 35 in scala 1:2, un giocattolo che ha attirato così tanta attenzione da spingere il brand a produrla in serie fra il 1927 e il 1935 sotto il nome di Bugatti Baby.

Oggi la Baby II è una piccola automobilina elettrica che vanta la frenata rigenerativa e un differenziale autobloccante (esatto, avete letto bene!), con trazione posteriore esattamente come la Baby originale. Ovviamente è pensata soprattutto per i bambini, grazie al Child Mode è infatti possibile limitare la potenza a 1,3 CV e la velocità a 20 km/h, esiste però anche un Adult Mode che può farvi divertire non poco - a patto di entrare nell'abitacolo. In questo modo si può portare la potenza a 5,4 CV e la velocità massima a 45 km/h, come uno scooter 50 cc.

Completano la Baby II i cerchi in lega, l'iconico colore French Racing Blue, potenti fari simili a quelli di un'automobile standard e freni di nuova generazione. Certo resta pur sempre un veicolo Bugatti: per avere la Baby II bisogna infatti sborsare la bellezza di 30.000 euro più le tasse. Ne esisteranno soltanto 500 esemplari, proprio come la prima edizione, volete accaparrarvene una?

Quanto è interessante?
3
BugattiBugattiBugattiBugattiBugatti