Un brevetto Ferrari mostra il telaio per un'auto EV con le batterie in posizione centrale

Un brevetto Ferrari mostra il telaio per un'auto EV con le batterie in posizione centrale
di

Lo scorso anno la casa del cavallino rampante dichiarò che la prima Ferrari completamente elettrica sarebbe arrivata nel 2025, ma non vennero divulgati ulteriori dettagli a riguardo. Oggi invece, grazie all’ufficio brevetti statunitense, scopriamo un elemento fondamentale che potrebbe suggerire almeno che tipo di auto sarà la Ferrari EV.

Il brevetto che ci interessa è stato archiviato nel luglio del 2019, ma sul finire di gennaio 2022 è stato pubblicato con un titolo che dice “electric or hybrid sport car”. Nelle immagini possiamo vedere quindi la struttura del telaio di un eventuale vettura elettrica o ibrida, che mostra in particolare un ampio spazio dieto ai sedili che avrà la funzione di ospitare il pacco batterie dell’auto, nella posizione che fino ad oggi spettava al motore.

Sappiamo bene che in una vettura elettrica il pacco batterie è il componente più ingombrante e soprattutto più pesante dell’auto, e una disposizione subito dietro ai sedili permetterebbe di centralizzare le masse restituendo un comportamento da vettura a motore centrale. Inoltre, non avere le batterie sul pianale della vettura permette di lasciare inalterate le misura della posizione di guida, un dettaglio non da poco che abbiamo già visto sulla Porsche Mission R, che non utilizza le batterie sul pianale proprio per questo motivo.

Questo particolare telaio Ferrari offrirà comunque dello spazio per poter inserire batterie dalle dimensioni più ridotte sul pianale, così da massimizzare la capacità di energia a disposizione. Inoltre la struttura di supporto delle batterie è un telaio a sé che può essere collegato alla cellula di sicurezza della vettura, il che permette di poterla utilizzare in diverse contesti a seconda del modello in sviluppo, non soltanto full Electric, ma anche ibrido.

Ma i dettagli non finiscono qui: il subframe dedicato alle batterie è infatti inclinato verso l’alto, così da creare effetti vantaggiosi in termini aerodinamici, per incrementare la downforce. In questo moto il passaggio dell’aria permetterebbe anche un raffreddamento delle batterie, che sono disposte in orizzontale sulla struttura, così da massimizzare lo scambio termico.

Il brevetto mostra quindi un progetto dalle idee piuttosto interessanti, che suggerirebbe quindi una Ferrari 100% elettrica dalle forme simili ad un’attuale 488, ma ciò che vi abbiamo appena raccontato non implica che tali soluzioni saranno necessariamente adottate. Solo il tempo ci dirà la verità, ma intanto possiamo iniziare a fantasticare.

FONTE: The Drive
Quanto è interessante?
2
FerrariFerrariFerrariFerrariFerrariFerrariFerrariFerrari