Brabus Rocket 900: la Mercedes-AMG GT 63 S diventa un razzo

Brabus Rocket 900: la Mercedes-AMG GT 63 S diventa un razzo
di

Con il sempre maggiore apporto di AMG le Mercedes moderne sono sempre più incentrate su prestazioni e piacere di guida. Chi non si accontenta può rivolgersi ad una serie di tuner specializzati, tra cui spicca Brabus.

L'azienda di Bottrop ci presenta la Rocket 900: una Mercedes-AMG GT 63 S sotto steroidi. Le Rocket di Brabus sono da sempre caratterizzate dal V12, un tipo di propulsore che, aimé, Mercedes sta adottando col contagocce: la Rocket 900 mantiene il V8 biturbo di serie, seppur stravolgendolo. La cilindrata è stata aumentata da 4,0 a 4,5 litri e i turbocompressori sono stati sostituiti con dei modelli più grandi e con una pressione di sovralimentazione maggiore. Le modifiche hanno richiesto un raffreddamento extra, per questo motivo Brabus ha adottato due prese d'aria aggiuntive, in fibra di carbonio, poste ai lati del radiatore.

La potenza estratta dal V8 Mercedes è di 900 CV con ben 1250 Nm di coppia... limitata elettronicamente a 1050 Nm per proteggere la trasmissione. Si tratta di 262 CV e 150 Nm in più rispetto ad una GT63 S di serie. Come suggerisce il nome la GT 63 di Brabus è un vero razzo: da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi, da 0 a 200 km/h in 9,7 e da 0 a 300 km/h in 23,9. Il tachimetro si ferma a 330 km/h, secondo Brabus velocità maggiori avrebbero danneggiato gli pneumatici.

Pur trattandosi di tuning l'auto avrà un alone di esclusività che si addice ad un'hypercar artigianale: ne verranno convertite soltanto 10 (al prezzo è di 435.800 euro). L'alternativa alla Rocket 900 è la sorella minore Brabus 800, anch'essa basata sulla GT 63 S. A breve sarà presentata la Mercedes-AMG GT 73 ibrida da 800 CV, versione ufficiale della casa della stella a tre punte.

FONTE: Motor1
Quanto è interessante?
2
MercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedesMercedes