Boom di nuove auto Euro 6: Ecobonus in pausa, servono nuovi soldi

Boom di nuove auto Euro 6: Ecobonus in pausa, servono nuovi soldi
di

Come probabilmente già saprete, dallo scorso 1 agosto è partito il nuovo Ecobonus 2020, versione aggiornata dell'iniziativa apparsa nella Legge di Bilancio 2019. Quest'anno ci sono fondi anche per auto Euro 6 a benzina e diesel, sembra però che le richieste siano più del previsto...

Se avete letto il nostro articolo dedicato alle varie fasce di incentivo, sapete che ne esistono quattro differenti: dalle elettriche dalle Euro 6 tradizionali, con sconti statali fino a 10.000 euro. Sul piatto c'erano, a inizio agosto, 106 milioni di euro residui dalla scorsa Legge di Bilancio, 50 milioni di euro provenienti dal Decreto Rilancio. Sembra però che i fondi riservati alle auto termiche Euro 6 non siano abbastanza per tutte le richieste arrivare al Ministero dei Trasporti, che ha di fatto bloccato le richieste nei giorni del 31 agosto e del 1 settembre incluso.

In appena due settimane i 50 milioni messi in campo dal Decreto Rilancio sono terminati, con il Governo che ha subito messo sul piatto altri 100 milioni di euro con il recente Decreto Agosto. Una cifra che ha portato sicuramente nuovo ossigeno all'Ecobonus 2020 ma che potrebbe terminare molto presto - nonostante il provvedimento sia attivo fino al 31 dicembre 2020. Nel caso qualche automobilista resti fuori dall'attuale tornata di incentivi, può "prenotarsi" per ottenere i soldi con l'arrivo di nuovi fondi, sempre che il Governo riesca a trovare nuovo denaro da impiegare per le auto Euro 6 a benzina e diesel.

L'iniziativa dunque è un successo, in questo modo il nostro parco auto può davvero essere svecchiato per bene, è però chiaro che servono altri fondi per coprire tutte le richieste da qui alla fine dell'anno. Seguiremo ovviamente l'evolversi della vicenda.

Quanto è interessante?
1