Il Bonus Mobilità 2020 tocca quota 220 milioni dopo il boom di vendite

Il Bonus Mobilità 2020 tocca quota 220 milioni dopo il boom di vendite
di

All'inizio sono stati stanziati 120 milioni di euro, ora invece il Bonus Mobilità 2020 potrà contare su ben 220 milioni, una cifra quasi raddoppiata rispetto a quella originale - nonostante le critiche arrivate dalle opposizioni.

Sul bonus governativo che permette di acquistare in sconto biciclette e monopattini tutto si può dire tranne che non sia stato un successo: anche se mancano dati ufficiali, si parla di vendite superiori al 60% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In pratica è stato rimesso in piedi un settore totalmente bloccato nei mesi di lockdown causa COVID-19. Ma cosa ci dice indirettamente l'aumento dei milioni a disposizione?

Che chi aveva paura di rimanere fuori dal rimborso per mancanza di fondi può adesso dormire sonni un po' più tranquilli, inoltre il Ministro Sergio Costa ha assicurato che non ci sarà un altro Clic Day in stile INPS: la piattaforma online per richiedere il rimborso del 60% (e successivamente il buono sconto da consegnare direttamente in cassa) avrà un'anticamera virtuale per evitare blocchi di ogni tipo, così che ognuno possa avanzare la richiesta in pochi istanti.

Ricordiamo che la piattaforma sarà online entro la metà di luglio, inoltre per accedere bisognerà avere credenziali SPID (se ancora non le avete, richiedetele subito!), fattura dell'acquisto oppure "scontrino parlante", ovvero con il dettaglio dei beni acquistati. Unico neo di questo provvedimento? Il non essere compatibile con tutti i cittadini italiani ma solo con i maggiorenni che hanno la residenza (non il domicilio) nei capoluoghi di Regione (anche sotto i 50.000 abitanti), nei capoluoghi di Provincia (anche sotto i 50.000 abitanti), nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti).

Quanto è interessante?
1