BMW non ha dubbi: 'La nostra prima M elettrica straccerà ogni record al Nurburgring'

BMW non ha dubbi: 'La nostra prima M elettrica straccerà ogni record al Nurburgring'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Sono passati soltanto pochi giorni da quando BMW ha ufficialmente annunciato che la prossima M3 sarà anche elettrica, e per alzare l'hype l'azienda dell'elica ha anticipato quelle che dovrebbero essere le prestazioni “enormi” della stessa vettura bavarese.

Parlando con i microfoni di Wichcar, il CEO della divisione M di BMW, Frank van Meel, ha spiegato che: "Abbiamo appena ottenuto quattro nuovi record al Nurburgring con la M2, la M3 Touring, la M3 CS e l'auto prototipo, quindi l'M elettrica deve superarli".

Il numero uno di BMW M ha quindi affermato, in maniera alquanto schietta: "Siamo abbastanza ottimisti sul fatto che sarà in grado di farlo". Evidentemente in BMW sono a conoscenza delle enormi prestazioni delle future M elettriche al punto da rilasciare dichiarazioni così ottimistiche nonostante le performance esagerate delle attuali M.

Van Meel ha rincarato la dose spiegando che i tempi registrati oggi al Nurburgring sono “abbastanza buoni”, ma impallidirebbero comunque in confronto a quelli delle BMW elettriche. La nuova BMW M3 Neue Klasse, ipotizzata in un render, sarà dotata di un'innovazione davvero rivoluzionaria, una singola unità di controllo elettronico, un salto avanti anni luce che rivoluzionerà l'esperienza di guida per i modelli M così come per l'intera gamma BMW.

In poche parole la trasmissione, il controllo di stabilità e quello della dinamica, sarà inserito in un'unica unità centralizzata, dando vita a ciò che Oliver Zipse, CEO di BMW, ha definito il “cuore della gioia”.

Un anno fa di questi tempi BMW mostrò al Nurburgring un misterioso prototipo (foto che trovate qui sopra) che sfrecciava al Nurburgring, e van Meel a riguardo ha spiegato, senza però alcun riferimento preciso: "Abbiamo in circolazione una concept car con quattro motori elettrici indipendenti, gestiti da questa architettura elettronica. Possiamo utilizzare da uno a quattro motori con tale architettura, è quello su cui stiamo lavorando in questo momento per trovare la giusta configurazione per i nostri veicoli M”.

Secondo van Meel, con l'M elettrica accadrà lo stesso che è avvenuto anni fa con l'X5 M: “Tutti dicevano che non si poteva fare una M con la trazione integrale... questo sta quadruplicando quel principio”. Purtroppo dobbiamo aspettare ancora a lungo prima di vedere in azione la prima BMW M Neue Klasse, si parla di 2027 se non addirittura 2028.