BMW Nazca C2, il futuristico concept torna alla ribalta

BMW Nazca C2, il futuristico concept torna alla ribalta
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Gli anni '90 rappresentarono, per il mondo del design automobilistico, un periodo davvero particolare fatto di intere squadre di design lasciate totalmente libere di progettare delle estetiche le quali diventarono subito iconiche, e che in certi casi hanno di sicuro resistito alla prova del tempo.

Dal suo canto BMW produsse veicoli come la Z1 e le sue portiere a scomparsa, ma di sicuro riuscì a spiccare in modo particolare con la Nazca C2 Concept, che di recente ha subito un'opera di rinnovamento stilistico.

La vettura originale si materializzò in seguito alla decisione, presa da Italdesign, di assorbire quanto di buono fatto con la Bugatti ID 90 adattando le forme di quest'ultima a elementi estetici più in linea con quelli della casa automobilistica tedesca. Giorgetto Giugiaro e suo figlio Fabrizio riuscirono, qualunque sia l'opinione di merito, a trasformare alla grande una Bugatti in una BMW grazie anche alle ispirazioni tratte dalle monoposto di Formula 1 e di bolidi del Gruppo C dell'epoca portando alla luce il tutto con una carrozzeria in fibra di carbonio lunga e affusolata.

La reinterpretazione moderna, visibile tramite la prima immagine in fondo alla pagina, è di certo un'evoluzione del concetto originale, ma mette comunque in mostra delle forme proprietarie. Davanti troviamo un muso un po' più squadrato e dotato di griglie maggiormente convenzionali, mentre in basso si palesa una importante presa d'aria per il raffreddamento delle componenti. I fari a LED si mostrano lunghi e sottili e, sia per design che per angolazione, ricordano molto le unità della McLaren 720S.

Purtroppo non ci è possibile ammirare il prodotto da più angolazioni, per cui la discussione non può che spostarsi sulla meccanica. La prima variante della Nazca C2 prevedeva l'introduzione di un propulsore V12 da 5,0 litri capace di 300 cavalli di potenza, ma siamo sicuri che l'evoluzione attuale possa muoversi attraverso un sistema ibrido molto performante, dove una potenza di circa 500 cavalli sarebbe piuttosto plausibile.

Del resto il marchio di Monaco di Baviera ha già dato prova delle sue possibilità nel campo dell'elettrificazione con le specifiche della BMW i4 M: in base ai primi report il mostriciattolo a zero emissioni dovrebbe superare tranquillamente i 500 cavalli di potenza. Restando in tema vogliamo rubarvi un altro minuto per parlarvi di un modello il quale denota chiare somiglianze con la Nazca C2 Concept: ecco a voi l'unica BMW M8 E31 esistente sulla faccia della Terra.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
1
BMWBMW