La BMW M2 di terza generazione potrebbe essere soltanto elettrica

La BMW M2 di terza generazione potrebbe essere soltanto elettrica
INFORMAZIONI SCHEDA
di

BMW ha appena tolto i veli dalla nuova M2, ma già si inizia a parlare della prossima generazione. Ovviamente sono discorsi prematuri, ma certe affermazioni da parte del CEO della Divisione M Performance fanno intendere qual è la direzione intrapresa dall’azienda per la prossima M2.

Innanzitutto bisogna ricordare che la casa bavarese aveva già annunciato che la recente M2 sarebbe stata l’ultima auto a motore termico del brand, suggerendo quindi l’arrivo di sole vetture ibride o elettriche a partire dal prossimo anno (prima deve arrivare la BMW 3.0 CSL “Hommage” basata sulla M4).

Allo stesso tempo però, BMW non è intenzionata a sfruttare motori più piccoli da affiancare ad un’unità elettrica, come ha fatto ad esempio Mercedes con la recente C63, che adotta un 4 cilindri da 2.0 litri molto spinto affiancato all’unità elettrica. E la conferma arriva dal CEO di BMW M Performance, Frank van Meel, che ai microfoni di Carbuzz ha affermato: “Un ibrido plug-in in una piccola auto potrebbe diventare un grosso problema perché gli ibridi plug-in devono avere una potenza sufficiente, anche quando la parte elettrica non è disponibile. Se il tuo motore di base non è abbastanza potente, allora un ibrido plug-in non ha senso”.

A questo punto, incrementare le performance dell’attuale 6 cilindri e adattarlo alla configurazione ibrida sarebbe una spesa troppo elevata tenendo conto che si andrebbe a ridosso della data in cui l’Europa metterà al bando ai motori termici, per questo si ipotizza che la M2 di terza generazione diventi full electric, una notizia che non piacerà agli appassionati del modello, che sono già rimasti delusi dal look della seconda generazione appena presentata.

FONTE: Carbuzz
Quanto è interessante?
1