BMW i16, il progetto segreto che avrebbe dovuto sostituire l'i8 e che è stato cancellato

BMW i16, il progetto segreto che avrebbe dovuto sostituire l'i8 e che è stato cancellato
INFORMAZIONI SCHEDA
di

BMW aveva un progetto segreto chiamato i16, una vettura fuori dall'ordinario che avrebbe dovuto sostituire la sfortunata i8. Progetto che, come potete ben immaginare, non ha mai visto davvero la luce: come sarebbe stata la storia BMW con l'ingresso di questo spettacolare modello?

A parlare, e a mostrare soprattutto, il progetto naufragato della supercar (se è possibile definirla tale), è stato Domagoj Dukec (capo design di BMW) attraverso il proprio profilo Instagram. L'auto in questione sembra riprendere molti dettagli del concept BMW Vision M Next del 2019, e a quanto pare la fase di produzione era vicinissima. Tutto, però, è stato poi accantonato; forse a causa della pandemia di COVID-19, ipotizza CarBuzz. E chi lo sa, forse al posto della XM (a proposito: BMW XM Venuum Black, il SUV estremo che piacerebbe sicuramente a Batman) a quest'ora potrebbe esserci una sportiva con tutti i crismi...

Al progetto, infatti, stava lavorando la divisione M dell'azienda automobilistica tedesca, ed era stato pensato come una sorta di reinterpretazione in chiave moderna dell'iconica M1, auto prodotta dal 1978 al 1981. Ovviamente ci sono alcune differenze tra la i16 e la M1, così come tra la i16 e la i8, e ancora tra la i16 e l concept Vision M Next. Per esempio, in questo caso sono presenti dei fari anteriori più grandi (e aggressivi) rispetto al prototipo presentato cinque anni fa. Ma molte sono anche le similitudini, come la piccola griglia a doppio rene (ora rivisitata con il nuovo concept Vision Neue Klasse - BMW, sei nuovi modelli elettrici in arrivo con la Neue Klasse: ecco quali saranno), le portiere ad apertura di gabbiano e le prese d'aria frontali.

Riguardo al motore, invece, non si hanno informazioni dettagliate. "Tuttavia - fa sapere CarBuzz -, secondo i rapporti del 2020 , l'I16 avrebbe mantenuto la natura ibrida plug-in del suo predecessore, anche se con miglioramenti significativi in ​​termini di potenza e autonomia". A questo proposito, alcuni rumor (riportati sempre dalla fonte) parlano di un abbinamento tra un propulsore termico a quattro cilindri turbocompresso e motori elettrici con una potenza combinata di circa 600 CV e un'autonomia sopra i 96 km.