BMW acquista Alpina, ma lo storico marchio legato alla casa bavarese continuerà a produrre

BMW acquista Alpina, ma lo storico marchio legato alla casa bavarese continuerà a produrre
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Alpina, lo storico marchio di Buchloe che trasforma le vetture BMW in mezzi ancor più prestanti, sia in termini di potenza che dinamici, sta per cambiare la sua storia. BMW ha infatti annunciato l’acquisto del suo “collaboratore” e ne prenderà il pieno controllo dal 31 dicembre 2025, quando scadrà il loro attuale contratto quinquennale.

Dopo l’acquisizione Alpina non scomparirà, ma continuerà a vendere i suoi modelli, i suoi componenti e gli accessori, quindi cosa cambia all’atto pratico? Ebbene, la produzione dell’azienda si sposterà negli stabilimenti BMW, così che la casa dell’elica non dovrà più pre-assemblare e inviare le auto ad Alpina per l’assemblaggio finale. Tutto verrà svolto in casa, con un ovvio beneficio in termini di costi e di logistica (a proposito, Alpina è controtendenza e afferma che i suoi clienti non vogliono auto elettriche).

"Abbiamo subito riconosciuto le sfide che l'industria automobilistica deve affrontare e ora stiamo aprendo la strada giusta per Alpina e per la nostra azienda di famiglia, Bovensiepen", ha affermato Andreas Bovensiepen, co-amministratore delegato dell’azienda.

Alpina è nata nel 1965 ed è sbocciata in particolare nel 1970 grazie alle vittorie ottenute nel motorsport preparando vetture BMW, tanto da diventare un vero e proprio costruttore dal 1983. Questa acquisizione non creerà comunque problemi alla BMW M Division, dal momento che l’obiettivo di Alpina è quello di unire prestazioni e lusso all’interno delle sue auto, mentre i modelli M sono votati alla prestazione pura.

Un esempio è la recente Alpina B8 Gran Coupé, che migliora le prestazioni aggiungendo lusso e una griglia illuminata.

FONTE: Carscoops
Quanto è interessante?
1