di

Proprio questa mattina vi abbiamo mostrato le immagini di un terribile incidente avvenuto vicino Varese: un automobilista ha fatto cadere appositamente un ciclista. Contro questi episodi, e la follia umana, nulla potrà la tecnologia, presto però arriverà una bicicletta da cui sarà difficile cadere.

Si tratta di una e-bike dotata di stabilizzatore, che andrà a funzionare più o meno come il controllo elettronico della stabilità (l’Esp) che abbiamo a bordo delle nostre auto. La tecnologia è stata affinata dal marchio tedesco Gazelle e dall’Università Tecnica di Delft, nei Paesi Bassi (curiosamente la stessa cittadina di Richard Burger, co-fondatore di Swapfiets che abbiamo intervistato di recente), per un motivo molto importante: aumentare la sicurezza a bordo delle e-bike.

Negli ultimi anni le e-bike hanno subito un vero e proprio boom, non a caso l’intero mercato delle biciclette è in affanno, moltissime persone over-55 sono tornate a macinare chilometri grazie all’assistenza elettrica, allo stesso modo però sono cresciuti anche gli incidenti. Il dispositivo di controllo di stabilità per bici di Gazelle è in grado di mantenere il veicolo in posizione verticale grazie a una serie di sensori installati nel telaio.

Un chip monitora costantemente i 25 fattori fisici responsabili delle cadute e in caso di necessità aziona un motore posto sotto il manubrio. In termini pratici, abbiamo una controsterzata elettrica che permette alla bici di rimanere in posizione eretta, un’idea che sembra davvero provenire dal futuro. La tecnologia è ancora un po’ troppo ingombrante (come si può vedere nel video) per il mercato delle due ruote mainstream, i tecnici però sono al lavoro per miniaturizzare il tutto e creare il prototipo definitivo entro la fine del 2021. Non vediamo l’ora di saperne di più e magari testare il dispositivo in prima persona.

Quanto è interessante?
2
La bici da cui non si può cadere: arriva l'e-bike con controllo della stabilità