I benzinai confermano lo sciopero: distributori chiusi sulle autostrade

I benzinai confermano lo sciopero: distributori chiusi sulle autostrade
di

I sindacati di categoria hanno confermato lo sciopero dei benzinai. Nonostante gli inviti del Garante e del Governo, le associazioni di categoria hanno affermato che da questa sera (25 Marzo) chiuderanno gli impianti di rifornimento su autostrade, raccordi e tangenziali, mentre dai giorni successivi toccherà anche alla viabilità ordinaria.

Secondo quanto riferito da Faib, Confersecenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio, alla base della protesta ci sarebbero i mancati sostegni economici da parte del Governo, che avrebbe dimenticato una categoria che ha sempre garantito il proprio servizio in un periodo d'emergenza sanitaria come quello che sta vivendo l'Italia.

In un comunicato diffuso da Fegica Cisl i sindacalisti si chiedono "come potranno pagare le forniture (o gli affitti) o le “gabelle” allo Stato, considerato che le vendite non arrivano al 25% degli erogati usuali (ed è un dato in continuo peggioramento). Come potranno pagare stipendi e contributi ai dipendenti, nelle condizioni attuali nelle quali il “giro” del denaro che li tiene in piedi si è fermato. Come potranno far fronte alle richieste delle banche che hanno loro concesso “fidi” e che, oggi, registrano un azzeramento dei movimenti".

Si tratta chiaramente di una situazione grave, potrebbe avere ripercussioni ancora più pesanti sul sistema Italia.

E' notizia di qualche minuto fa che il Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, ha convocato in conference call i presidenti delle associazioni di categoria per trovare la quadra. L'obiettivo è scongiurare uno sciopero che potrebbe paralizzare il paese.

Quanto è interessante?
4