Beccato a 176 km/h dice al giudice che in realtà andava a 195 km/h: condannato

Beccato a 176 km/h dice al giudice che in realtà andava a 195 km/h: condannato
di

Solitamente si dice che l'onesta paga sempre, per un ragazzo neozelandese però non è andata affatto così. Per essere stato eccessivamente "onesto" ha perso la patente per 18 mesi ed è stato condannato a 150 ore di servizio sociale. Ha infatti detto in tribunale di star andando ancora più forte di quanto dicesse la polizia.

Fermato lungo una strada di campagna vicino Hastings, in Nuova Zelanda, a Timothy Brooks Holden la polizia ha contestato una velocità di 176 km/h, una cifra assolutamente al di sopra dei limiti imposti dal Codice della Strada locale. La sua difesa in tribunale? Ha detto ai giudici che stava andando in realtà a 195 km/h, non tanto per testare la velocità massima dell'auto ma per battere un'altra vettura accanto a lui; insomma Holden è stato coinvolto in una improvvisata gara clandestina.

Secondo l'uomo una sospensione della patente per 12 mesi sarebbe stata più che sufficiente per i fatti accaduti, la corte però non si è trovata d'accordo. Non ha infatti potuto sorvolare sul fatto che l'uomo fosse stato già in passato condannato per reati simili, addirittura nel 2006 Holden è finito in galera per aver ferito una persona durante una delle sue scorribande sulle quattro ruote.

Non solo: fra il 2002 e il 2020 lo pseudo-pilota stradale ha collezionato più di 20 infrazioni, dunque quest'ultima impresa non è stata assolutamente un caso isolato. Il suo avvocato ha provato a difenderlo dicendo che la gara si stava comunque svolgendo lungo una strada di campagna deserta e dritta, non è bastato però per ammorbidire il giudice. Inoltre la polizia ha riferito che la gara si stesse tenendo in pieno inverno attorno alle 23:00, senza illuminazione pubblica, dunque le condizioni erano comunque molto pericolose. In ogni caso se vi serve una difesa in tribunale, non prendete esempio da Holden...

A proposito di disavventure simili, guarda questa Camaro finita contro un palo: il conducente è stato arrestato. Questi tre giovani invece hanno fatto un testacoda proprio di fronte alla polizia.

FONTE: Motor1.com
Quanto è interessante?
1