Le batterie allo stato solido saranno rivoluzionarie, e NIO promette faville

Le batterie allo stato solido saranno rivoluzionarie, e NIO promette faville
di

Alcune ore fa NIO, casa automobilistica cinese, ha annunciato delle pazzesche batterie per le sue auto elettriche, le quali offriranno una capacità di ben 150 kWh grazie all'eccellente densità energetica garantita dalle celle a stato solido.

Purtroppo per il momento questa tecnologia non è ancora disponibile, ma la compagnia di Shanghai ha già condiviso la propria roadmap, la quale porterà a un arrivo sul mercato di queste nuove celle entro la fine del 2022. Mancano meno di due anni.

NIO ha cominciato il suo percorso con batterie da 70 kWh nel corso del 2018. Nel 2019 è passata ai pacchi batterie da 84 kWh e alcuni mesi fa è arrivata a 100 kWh. Continuare ad avere una crescita simile ogni anno è praticamente impossibile se ci si attiene alle soluzioni attuali, che sono ancora troppo grosse e pesanti per poter competere in termini di autonomia per singola carica con le vetture dotate di motore a combustione interna.

E' estremamente interessante quindi la notizia diffusa da NIO, in quanto un pacco batterie allo stato solido da 150 kWh non soltanto prometterebbe un range eccellente, ma anche dei tempi di ricarica più che accettabili. Riguardo i modelli i quali lo implementeranno, troviamo la NIO ES8, la NIO ES6 e la NIO EC6 che, rispettivamente, consentiranno 850, 900 e 910 chilometri per singola carica in ciclo NEDC. La notizia più impressionante concerne però la nuovissima NIO ET7 che, con pacco batterie da 150 kWh, raggiungerà la soglia dei 1.000 chilometri di autonomia in ciclo NEDC.

Scendendo nel dettaglio scopriamo che le nuove batterie allo stato solido posseggono una densità energetica eccezionale, misurabile in 360 Wh/kg, la quale cresce ancora per un pacco da 100 kWh. L'attuale soluzione da 84 kWh si aggira sui 180 Wh/kg, e lascia senz'altro intuire un balzo tecnologico senza precedenti nel settore.

La società che con ogni probabilità provvederà a costruire queste avveniristiche unità sarà la cinese CATL, che al momento è fornitrice di batterie per marchi come Tesla, BYD, Volkswagen, Renault e tanti altri. A proposito di CATL ci teniamo a mostrarvi delle bruttissime immagini risalenti ad appena due giorni fa, quando l'impianto produttivo di Ningxiang è esploso con grande violenza causando gravi conseguenze, anche fatali.

Nella speranza che i soccorritori possano limitare i danni il più possibile vogliamo citare anche gli forzi di Toyota: le batterie allo stato solido della casa giapponese si caricheranno in 10 minuti.

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
1