Batterie al litio-metallo: in arrivo auto elettriche con 1.000 km di range?

Batterie al litio-metallo: in arrivo auto elettriche con 1.000 km di range?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Alcune ore fa General Motors ha condiviso col pubblico degli interessantissimi aggiornamenti in merito alle tecnologie proprietarie in arrivo sulle sue auto elettriche. Le batterie al litio-metallo si fanno sempre più vicine, ma quali saranno i loro pregi più importanti?

Nel corso della giornata di ieri abbiamo riportato le parole del presidente di General Motors, Mark Reuss, le quali annunciavano con entusiasmo tre principali vantaggi rispetto alle soluzioni attuali: i costi di produzione ridotti, le prestazioni elevate e l'alta densità energetica.

Tra le altre cose ci teniamo ad aggiungere che i primi prototipi di queste celle sono già stati testati per oltre 150.000 miglia presso i laboratori del Global Technical Center situato a Warren, in Michigan. Ciò non significa che entro quest'anno verranno commercializzati veicoli con le nuove batterie, ma senza dubbio i consumatori non vedono l'ora di poter toccare con mano le differenze.

Brand di General Motors quali GMC, Buick e Cadillac hanno in sviluppo numerosi modelli a batteria e, giusto per fare un esempio, l'enorme Hummer EV (pubblicizzato da LeBron James) potrebbe andare a superare i 730 chilometri per singola carica tramite il litio-metallo e i modulari propulsori Ultium. Più avanti assisteremo al debutto del Cadillac Lyriq e della Buick Electra Concept, per la quale si è finora parlato di un range inferiore ai 700 chilometri.

Secondo le previsioni di Reuss questi numeri potrebbero essere velocemente superate in in quanto le unità sviluppate con SolidEnergy e facenti uso di elettroliti liquidi raddoppierebbero la densità energetica abbattendo al contempo i costi del 60 percento. I veicoli i quali le equipaggeranno potranno mirare agli 800-1.000 chilometri per singola carica.

Insomma, le speranze degli automobilisti in vetture elettriche con un'autonomia di 1.000 chilometri si fanno sempre meno assurde grazie alla ricerca scientifica e agli investimenti sulle alimentazioni alternative, e in tal senso General Motors ha palesato un impegno estensivo e indiscutibile inaugurando una nuova era che inizia dal cambio del logo e dalle prime promesse.

In chiusura vogliamo invece cambiare diametralmente rotta rimandandovi ad un nostro speciale su una BEV estremamente economica e già presente sul mercato: ecco tutti i dettagli sulla nuova Dacia Spring, un'elettrica che costa meno di 10.000 euro. Allo stesso tempo Tesla sta invece aumentando i prezzi di un suo modello: Model 3 Standard e Long Range aumentano le richieste sul suolo italiano.

FONTE: motortrend
Quanto è interessante?
1