Il ban alla vendita di vetture benzina e diesel potrebbe arrivare presto

Il ban alla vendita di vetture benzina e diesel potrebbe arrivare presto
di

Pochi giorni fa si è fatto un gran parlare intorno al possibile ban alla vendita di auto benzina, diesel e bride nel Regno Unito entro il 2035. Si tratta di una rivoluzione in parte inaspettata quella programmata dal governo inglese, che adesso ha addirittura deciso di rincarare la dose.

La segreteria dei trasporti britannica avrebbe infatti intenzione di anticipare il veto al 2032, e cioè a soli 12 anni da oggi. Di primo acchito potrebbero sembrare tempi dilatati e ragionevoli, ma pensate al fatto che tra poco più di 10 anni non troveremo più in concessionaria le auto alle quali siamo abituati da ormai un secolo.

Grant Shapps, membro conservatore del parlamento del Regno Unito, ha riferito ai microfoni di BBC Radio 5 Live che la consultazione concernente il ban deciderà la data, spiegando che questa sarà in una forbice che si estende dal 2032 al 2035. Inizialmente lo stop alla commercializzazione di vetture ad alimentazione tradizionale era previsto andare in vigore nel 2040, una mossa considerata già ambiziosa da qualcuno, ma anticipare ancor più le tempistiche potrebbe avere benefici importanti sull'ambiente. Il fatto che anche le ibride e ibride plug-in siano interessate desta però qualche preoccupazione da parte della Society of Motor Manufacturers and Traders, soprattutto per quanto riguarda i veicoli commerciali, i quali sono ancora indietro nel sentiero verso l'elettrificazione.

A ogni modo le vetture plug-in hybrid in grado di muoversi per una distanza compresa tra i 35 e i 110 km utilizzando la sola energia che proviene dal pacco batterie potrebbero scamparla, ma non ci resta che attendere e assistere all'evolversi della situzione. General Motors d'altro canto rassicura i consumatori circa l'andamento dei prezzi delle EV, poiché i costi delle batterie che le muovono "scenderanno ancora di molto."

Quanto è interessante?
3