L'Autopilot è sotto il fuoco inglese: alcuni esperti denunciano il marketing Tesla

L'Autopilot è sotto il fuoco inglese: alcuni esperti denunciano il marketing Tesla
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Non molti giorni fa un tribunale tedesco ha affermato che Tesla avrebbe ingannato i propri clienti circa le possibilità offerte dal suo sistema di guida "semi-autonoma", l'ormai famosissimo Autopilot. La conseguenza è che la corte di Monaco di Baviera ha vietato a Tesla Germany l'uso di alcuni messaggi pubblicitari.

A quanto pare la stessa strada è stata intrapresa da alcuni esperti di sicurezza del Regno Unito, i quali sono arrivati ad una conclusione non dissimile a quella tedesca accordandosi sul fatto che la tecnologia dell'Autopilot venga pubblicizzata in modo "ingannevole". A riportare la vicenda sono i ragazzi di AutoExpress.

Matthew Avery di Thatcham Research, che tra l'altro è un membro del consiglio di Euro NCAP, ha affermato che le organizzazioni per le quali lavora già da tempo "avvisano circa le insidie del sistema Autopilot", il quale "non è un sistema di guida autonoma. E' lì per fornire assistenza alla guida, non per diventare un autista invisibile."

Insomma, secondo esperti tedeschi e britannici, il modo con il quale Tesla permette di conoscere il proprio prodotto non è abbastanza chiaro, e necessita quindi di revisione. Al contempo però Tesla afferma che tutti i nuovi modelli sono già equipaggiati con l'hardware necessario per poter sbloccare la guida autonoma completa nel prossimo futuro, e pertanto il sistema utilizza una serie di funzioni che gli consentono di superare la linea che separa il Livello 2 dal Livello 3 della guida autonoma.

Certo è che, se si mettono insieme tutti i tipi di assistenza alla guida come la frenata e la ripartenza automatica al semaforo, il riconoscimento del segnale di stop, il cambio di corsia assistito, il riconoscimento dei pedoni, la guida autonoma autostradale e tutte le altre automazioni, ne viene fuori un quadro piuttosto complesso e più variegato rispetto all'offerta di altri produttori.

A peggiorare la situazione ci sono anche alcune mail ricevute da clienti Tesla, che Thatcham Research pone da esempio sbagliato di marketing:"Le nostre documentazioni indicano che non hai ancora migliorato la tua Model S...con le capacità Full Self-Driving. Puoi aggiornarla adesso al prezzo scontato di 2.200 sterline." Ecco, questa comunicazione per Thatcham Research è sbagliata a più livelli.

In conclusione Avery ha affermato che, se pubblicizzati correttamente, sistemi come l'Autopilot possono essere assolutamente efficaci e utili a migliorare la sicurezza stradale. Mentre attendiamo novità sulla faccenda, vi consigliamo di dare un'occhiata a un test approfondito sulla guida autonoma di Tesla: ecco il video al "Serpente".

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1