Autopilot aiuta a diminuire gli incidenti: i dati Tesla di inizio 2019

Autopilot aiuta a diminuire gli incidenti: i dati Tesla di inizio 2019
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Tesla, le cui automobili offrono svariati sistemi di sicurezza automatici, ha pubblicato i dati relativi agli incidenti occorsi alle sue automobili durante il primo trimestre del 2019. L'azienda di Elon Musk tiene traccia dei sinistri per capire quanto sia affidabile il suo pilota semi-automatico Autopilot.

Andiamo dunque a leggere il responso dati alla mano, che certamente premia le vetture Tesla in merito al tempo (espresso in miglia) che passa fra un incidente e un altro. Se la media nazionale, negli USA, è di circa 500.000 miglia (436.000 per l'esattezza), le auto Tesla guidate completamente dall'uomo sono capaci di portare la media a 1,76 milioni di miglia.

Già questo è indice di auto che si comportano molto bene in strada, hanno un'ottima tenuta (anche grazie al doppio motore) e sono più sicure della media, i dati però migliorano ancora quando Autopilot prende il controllo. Si arriva a una media di 2,87 milioni di miglia percorsi fra un incidente e un altro con Autopilot inserito, segno di come il software di Tesla, unito ovviamente a tutto l'hardware installato a bordo, aiuti sensibilmente a diminuire gli incidenti.

È anche interessante notare come i sinistri dovuti a errori umani siano in aumento rispetto all'ultimo trimestre 2018, Tesla può dunque festeggiare e continuare a testa bassa lo sviluppo del suo pilota semi-automatico, che già oggi dimostra di funzionare a dovere - anche se di recente è sparita la dicitura Full Self Driving dal sito Tesla, ma questa è un'altra storia. (Dati: Tesla)

FONTE: TheDrive
Quanto è interessante?
2
Autopilot aiuta a diminuire gli incidenti: i dati Tesla di inizio 2019