di

Se un tempo le auto si sfidavano soprattutto sulla potenza, oggi la partita si è spostata sul territorio tecnologico. Tesla e BMW ad esempio si danno molta battaglia sui propri sistemi di assistenza alla guida, fra cui anche il parcheggio automatico, il canale YouTube GoodDrive ha così deciso di mettere alla prova le due tecnologie.

Con la nuova BMW 330i 2019 possiamo parcheggiare "in autonomia" sia in parallelo che in perpendicolare, inoltre si può usufruire del Reversing Assistant, che permette una retromarcia controllata. La Tesla Model 3 ha invece dalla sua l'avanzato Autopark, che sfrutta tutti i vari sensori di Autopilot per mettere a punto il parcheggio perfetto. Una feature che esiste sul mercato dal 2015 grazie al pacchetto Full Self-Driving di Tesla.

Ma torniamo alla prova sul campo: il primo tentativo con la BMW è decisamente fallito, con il sistema che ha evitato un parcheggio libero per tentare poco dietro con più spazio a disposizione - sbagliando comunque la manovra. Nel secondo tentativo, e la modalità perpendicolare attiva, l'auto riesce a parcheggiarsi ma in modo errato.

Tutt'altra storia con la Tesla Model 3, che al primo tentativo ha subito parcheggiato la vettura nello spazio libero fra due auto, con poche manovre e in un tempo relativamente breve. Continuando nella visione, la BMW è stata testata anche nella marcia indietro controllata e questa volta, per fortuna, la prova è stata abbondantemente superata. Se cercate però un'auto che si parcheggi letteralmente da sola, Tesla saprà regalarvi svariate soddisfazioni.

Quanto è interessante?
4