Automazione posti di lavoro: Volkswagen eliminerà 7.500 posti di lavoro e assume ingegneri

Automazione posti di lavoro: Volkswagen eliminerà 7.500 posti di lavoro e assume ingegneri
di

Nel 2018 Volkswagen riportava ricavi per 13.8 miliardi di dollari, con un invidiabile aumento del 6% previsto per i prossimi tre anni. Nonostante questo, il brand tedesco pensa di tagliare 7.500 posti di lavoro per aumentare l'automazione dei processi di produzione delle sue vetture. In compenso ora cerca ingegneri del software.

Nulla di drastico, nessun dipendente sarà accompagnato alla porta in modo cinico brutale —precisa l'azienda. Piuttosto si prevede di non far seguire ai pensionamenti dei prossimi anni nuove assunzioni, e in alcuni casi Volkswagen offrirà opportunità di prepensionamento ai suoi dipendenti. Certo, sono pur sempre un minimo di 5.000 posti di lavoro che spariranno dall'oggi all'indomani. Come dire, i figli di chi oggi assembla macchine negli stabilimenti dell'azienda di Wolfsburg fanno meglio a cercare altro, perché certamente non potranno seguire le orme dei padri. E forse farebbero bene a prendersi una laurea in ingegneria, perché sono quelle le figure professionali che ora cerca l'azienda.

Volkswagen punta ad investire oltre 5.2 miliardi di dollari in quello che definisce "processo di trasformazione digitale", che porterà soprattutto ad una riduzione dei costi fissi per la manodopera e non solo. Questa, assieme all'elettrico, è una delle priorità più grandi del gruppo.

Se i blu collar saranno mandati in pensione un po' prima del previsto, VW comunque aprirà le sue porte a 2.000 nuovi ingegneri del software.

FONTE: The Drive
Quanto è interessante?
4