Gli autobus in servizio in Italia? Sono troppo vecchi, maglia nera d'Europa

Gli autobus in servizio in Italia? Sono troppo vecchi, maglia nera d'Europa
di

Il trasporto pubblico? Si regge quasi interamente su veicoli che definire datati sarebbe un eufemismo. Le aziende pubbliche non svecchiano i loro pullman, con la conseguenza che il parco circolante è significativamente più anziano rispetto a quello degli altri paesi europei. I veicoli in servizio con meno di 6 anni? Sono meno del 20%.

Eh già, perché solamente il 19,6% dei mezzi pubblici in servizio in Italia sono stati immatricolati dopo il 2013. Al contrario, i veicoli con oltre 7 anni sono l'80,4% del totale di mezzi usati per il trasporto pubblico. Sono questi i dati condivisi dal Centro Ricerche Continental Autocarro, sulla base delle informazioni dell'Aci. Dati che non possono non generare sconforto e frustrazione.

Si tratterebbe, infatti, di una anomalia tutta italiana. Se nel bel Paese l'età media dei mezzi pubblici raggiunge gli 11,4 anni, in Europa i bus sono decisamente più moderni, con un'età media di circa 7,5 anni.

Le regioni maglia nera, dove i mezzi non vengono rinnovati periodicamente quasi per nulla, sono Sardegna, Calabria e Basilicata. Nelle tre regioni i mezzi con più di 7 anni alle spalle sono, rispettivamente, il 92,2%, 90.5% e 90,3% sul totale del parco circolante.

Sarebbe in particolare nel meridione, scrive poi l'Ansa, dove si concentrano la maggior parte dei veicoli eccessivamente datati. Le uniche due province non meridionali che fanno parte del club del 90%, dove più di 9 mezzi su 10 hanno almeno 7 anni, sono Rieti e Vercelli.

Quanto è interessante?
5