Auto che si parcheggiano da sole e robot che le ricaricano: il futuro di Bosch e VW

Auto che si parcheggiano da sole e robot che le ricaricano: il futuro di Bosch e VW
di

Solitamente si pensa alla Guida Autonoma come a qualcosa di estremamente divertente, con la quale impressionare gli amici e godersi un viaggio in autostrada con le mani lontane dal volante. In realtà è molto più di questo e nel prossimo futuro potremmo non avere più lo stress di cercare parcheggio o di ricaricare l’auto elettrica.

A tal proposito vogliamo spiegarvi su cosa stanno lavorando Bosch e il Gruppo Volkswagen. Da una parte abbiamo le auto a Guida Autonoma, che in futuro saranno certamente elettriche e dotate di un Livello di assistenza molto alto (come cambia la Guida Autonoma dal Livello 1 al 5?), pensiamo ai livelli 4 e 5 che permetteranno alle vetture di muoversi da sole senza conducente - come già accade con i robotaxi Waymo e Cruise negli USA (anzi accadeva, visto che il servizio Cruise è stato sospeso per troppi incidenti). Dall’altra abbiamo i robot, che sul fronte automotive potrebbero aiutarci nella ricarica.

La scena da immaginare è questa: volete passare il sabato pomeriggio al Centro Commerciale (o al cinema, al ristorante, ovunque vogliate), dunque bisogna sicuramente spendere qualche minuto per cercare un parcheggio adeguato. Sbagliato: voi potreste scendere comodamente all’entrata del Centro, lasciando poi andare la vettura alla ricerca di un parcheggio. A completamento dell’opera, in caso di bisogno di energia un robot in servizio presso quello stesso Centro Commerciale potrebbe andare alla ricerca della vostra auto parcheggiata e caricarla al posto vostro. Finite le compere, l’auto potrebbe tornare a riprendervi all’entrata principale, carica e pronta per riportarvi a casa, anche in autonomia certo, mentre magari continuate a vedere la serie TV che avete interrotto prima di scendere.

Anche gli appassionati più incalliti della guida manuale, quelli che “che schifo la Guida Autonoma, io voglio guidare” potrebbero lasciarsi cullare dal pensiero di non dover più cercare parcheggio, oppure di dover avviare la ricarica dell’auto elettrica. Secondo Bosch, i robot andrebbero a risolvere anche un altro problema: oggi, a ricarica ultimata, dobbiamo provvedere a spostare l’auto entro un’ora per non incappare in penali di occupazione. Con i robot non ci sarebbe più alcun bisogno di spostare la vettura, potremmo continuare a stare in giro senza pensieri, poiché in totale autonomia il dispositivo robotizzato andrebbe a terminare la nostra ricarica per passare altrove, ad altre vetture oppure tornando a una sorta di “stazione di sosta”.

Quello che potrebbe sembrare un panorama futuristico e distopico in realtà già esiste: presso l’aeroporto di Stoccarda è presente già da un anno quello che viene considerato il primo parcheggio con Automated Valet Parking del mondo riservato a vetture (sperimentali, per ora) con Guida Autonoma di Livello 4, tutto gestito da Cariad, l’azienda specializzata in software del Gruppo Volkswagen. Tocca solo aspettare che la tecnologia sia matura a sufficienza per diventare di massa, ma già esiste...