Un'auto a guida autonoma ha ucciso una passante: tutta colpa di Uber?

Un'auto a guida autonoma ha ucciso una passante: tutta colpa di Uber?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Gli investigatori federali hanno equamente diviso le colpe relative a un incidente mortale avvenuto nel 2018. Non un sinistro qualsiasi, poiché ha visto coinvolta un'auto Uber a guida autonoma, cosa che ha fatto molto discutere.

Ebbene la National Transportation Safety Board americana ha diviso le colpe dell'accaduto fra la compagnia di trasporti, il supervisore presente all'interno dell'auto, la vittima e lo Stato dell'Arizona. Nello specifico l'operatore alla guida della vettura ha fallito nel monitorare la situazione, senza intervenire al momento opportuno poiché distratta dal suo smartphone personale - stava infatti vedendo in streaming una puntata di The Voice al momento dello schianto.

Uber è stata invece incolpata per aver adottato procedure inadeguate rispetto alla valutazione del rischio, inoltre i sistemi a bordo che avrebbero dovuto vigilare sull'attenzione del conducente non hanno rilevato l'uso dello smartphone alla guida. La vittima di quell'incidente invece, Elaine Herzberg, è stata trovata positiva alla metanfetamina, dunque non era propriamente lucida al momento del sinistro, quando ha attraversato incautamente.

Lo Stato dell'Arizona è stato poi chiamato in causa per avere regole non sufficienti in materia di auto a guida autonoma sulle strade pubbliche, cosa che in parte potrebbe aver portato all'incidente fatale. Ciò che traspare dunque è un mix micidiale di colpe, che ci fa capire quanto lavoro ci sia da fare in merito alla guida autonoma, su ogni fronte.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
3