Auto ferma in quarantena? I consigli per mantenere carica la batteria

Auto ferma in quarantena? I consigli per mantenere carica la batteria
di

L'emergenza legata al Coronavirus ha costretto la maggior parte degli italiani a rinchiudersi in casa. Molte persone stanno ancora lavorando, pensiamo ai corrieri, agli addetti di supermercati e farmacie, gli autotrasportatori, sono però tantissimi gli italiani che stanno lavorando da casa tenendo le loro auto ferme.

Come salvaguardare dunque le batterie? Se si ha intenzione di lasciare la propria vettura ferma per tutto il periodo della quarantena, senza usarla neppure per andare a fare la spesa, può essere un bene staccare l'accumulatore allentando i morsetti, sia che l'auto sia in un parcheggio al chiuso (magari in un garage) che all'aperto. Così facendo ricordiamo però che lo sblocco elettronico dell'auto non funzionerà più, almeno in quelle di più recente fabbricazione che fanno tutto tramite telecomando o app.

Una seconda soluzione può essere un dispositivo Stacca Batteria, che strozza il flusso di corrente fra l'accumulatore e l'auto; si tratta di device dalle dimensioni ridotte che è possibile installare anche in strada. Se proprio non si vuole staccare del tutto la batteria dalla vettura, si può sempre accendere l'auto ogni due/tre giorni tenendola in moto per qualche minuto. Ultima opzione: si può sempre acquistare un economico Mantenitore di carica, con la batteria che in questo caso viene alimentata da una normale presa elettrica casalinga; in questo caso però è ovviamente necessario possedere un box o una veranda coperta e riparata.

Quanto è interessante?
3