Auto elettriche rallentano, l'ex CEO di Toyota gongola: 'Io ve l'avevo detto...'

Auto elettriche rallentano, l'ex CEO di Toyota gongola: 'Io ve l'avevo detto...'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

A fine gennaio aveva fatto il giro del mondo la notizia di Toyota che aveva scaricato Akio Toyoda, assumendo un nuovo CEO. Una scelta derivante dal fatto che l'attuale presidente del marchio, non aveva creduto fino in fondo all'elettrico, preferendo l'ibrido.

Oggi, a circa 9 mesi da quel giorno, Akio Toyoda sembrerebbe essersi preso la sua rivincita e parlando in occasione del Japan Mobility Show, evento dove Nissan ha presentato un concept elettrico da 1.300 cavalli, si è tolto qualche sassolino dalle scarpe.

Parlando del mercato delle auto elettriche negli Usa, che sta rallentando rispetto alle previsioni “boom” degli analisti, Toyoda ha confessato che "le persone stanno finalmente vedendo la realtà" riguardo a questa tecnologia.

Secondo l'ex CEO la crescita a rilento degli EV oltre oceano altro non è che la prova che la strategia della sua azienda nei confronti dei veicoli elettrici era quella giusta. "Ci sono molti modi per scalare la montagna che porta alla neutralità del carbonio", ha aggiunto parlando con i giornalisti “Se le regole vengono scritte in maniera ideologica, allora sono i consumatori, le persone normali a soffrire maggiormente”, ha poi precisato.

Nel corso del suo mandato da CEO, Toyota è stata considerata la terza azienda più ostile nei confronti degli sforzi dei governi per frenare il cambiamento climatico, dietro solo ad ExxonMobil e Chevron. In ogni caso Toyota ha fatto “all-in” sull'ibrido e ad oggi (guarda caso), le vetture con tale tecnologia mix fra motore termico ed elettrico stanno dominando il mercato, chiaro indizio di come gli automobilisti vogliano un'auto più green ed elettrica, ma forse non sono ancora così propensi al “grande salto” per via dei noti problemi come caro prezzi, colonnine e tempi di ricarica.

In ogni caso quello di Toyota è solamente la classica “quiete prima della tempesta” visto che l'azienda sta lavorando a delle batterie super performanti che di qui a breve dovrebbero letteralmente sconvolgere il mercato.

Lo stesso Toyoda si dice convinto che la forza dell’industria giapponese nel settore delle auto elettriche “arriverà dalla sua esperienza decennale e dai fallimenti del passato”. La concorrenza è avvisata.