Auto elettriche Hyundai, svelato l'Active Aero: aumenta l'autonomia e non solo

Auto elettriche Hyundai, svelato l'Active Aero: aumenta l'autonomia e non solo
di

Hyundai ha rivelato la sua innovativa tecnologia aeroattiva per auto elettriche, al fine di renderle più veloci e di aumentarne l'autonomia. Questa tecnologia prende il nome di l'Active Air Gonna (AAS).

Progettata con l'obiettivo di ottimizzare la velocità delle sue auto elettriche e offrendo al contempo un considerevole aumento dell'autonomia grazie alla significativa riduzione del coefficiente di resistenza aerodinamica, L'Active Air Gonna è un dispositivo (di fatto) posizionato strategicamente tra il paraurti anteriore e le ruote del veicolo (ecco il video teaser della Hyundai NXP1, una sorta di Ionic 5 con gli steroidi).

Il sistema entra in funzione quando si superano i 80 km/h dove la resistenza aerodinamica del Genesis GV60, il veicolo impiegato nei test, supera la resistenza al rotolamento. Attivabile fino a 200 km/h, il dispositivo è progettato per tornare nella sua posizione di riposo quando la velocità scende a 70 km/h. Costruito con materiali di alta qualità, il lembo aerodinamico è realizzato con una robusta miscela di gomma.

Secondo la casa koreana inoltre, l'AAS è riuscita a ridurre il coefficiente di resistenza aerodinamica del crossover di 0,008, traducendosi in un notevole miglioramento complessivo del 2,8%. Tale progresso si riflette positivamente sull'autonomia, con un incremento di ben 6 km. Nonostante questa cifra possa sembrare modesta, va sottolineato che Hyundai sta esplorando ulteriori applicazioni di principi aerodinamici del sottoscocca, come evidenziato dai brevetti depositati.

Oltre a potenziare l'efficienza energetica, la tecnologia AAS di Hyundai contribuisce in modo significativo a migliorare la deportanza del veicolo, garantendo una maggiore stabilità durante la guida ad alte velocità. Quest'innovazione, originariamente implementata sui veicoli di uso quotidiano, potrebbe aprire la strada a futuri sviluppi nell'ambito delle auto sportive (ecco il nuovo taxi volante di Hyundai presentato al CES 2024).

"Prevediamo che questa tecnologia avrà un impatto significativo su modelli come i SUV, dove migliorare le prestazioni aerodinamiche rappresenta una sfida unica", ha dichiarato Sun Hyung Cho, vicepresidente e capo del Mobility Body Development Group di Hyundai Motor Group.

Hyundai ha già depositato i relativi brevetti in Corea del Sud e negli Stati Uniti, evidenziando chiaramente l'intenzione di portare questa rivoluzionaria tecnologia alla produzione su larga scala. Durante il periodo di sviluppo, Hyundai condurrà approfonditi test di durata e prestazioni. Dopo i notevoli successi ottenuti con il design "efficiente" della Ioniq 6, uno dei veicoli più aerodinamici sul mercato con un coefficiente di resistenza di 0,21, l'attesa per vedere ulteriori miglioramenti aerodinamici sui futuri veicoli elettrici coreani è palpabile.

FONTE: Car Buzz

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi