Auto elettriche, forte calo anche in Cina a gennaio 2024: -39%

Auto elettriche, forte calo anche in Cina a gennaio 2024: -39%
di

Anche in Cina la vendita di veicoli elettrici ha subito una significativa contrazione a gennaio, con un calo del 39% rispetto al mese precedente, attestandosi a sole 729.000 unità. Questo è quanto riporta l'Associazione Cinese dei Costruttori di Automobili (CAAM) in data 8 febbraio.

Per quanto attiene alle vendite di veicoli elettrici, come definito dalla CAAM, include sia i veicoli elettrici puri che ibridi. La produzione nazionale in Cina ha raggiunto le 787.000 unità a gennaio, registrando anch'essa una diminuzione significativa del 33% rispetto al mese precedente.

Nonostante il notevole decremento mensile nelle vendite e nella produzione di veicoli elettrici, entrambi i dati mantengono un forte impatto su base annua. Secondo la CAAM, sia la produzione che le vendite di veicoli elettrici hanno segnato un aumento rispettivamente dell’85% e del 79% su base annua. La diminuzione delle vendite di veicoli a gennaio è stata attribuita a diversi fattori, tra cui l'aumento dei prezzi di alcuni modelli e la riduzione degli incentivi governativi a livello locale.

Inoltre, le vendite di veicoli elettrici hanno rappresentato il 29,9% delle vendite totali di veicoli in Cina a gennaio, scendendo al di sotto del 30% per la prima volta dall'inizio della pandemia nel mese di maggio. Si prevede un ulteriore calo nel mese di febbraio, a causa della brevità del mese (a livello di giorni) e delle festività del Capodanno lunare, la CPCA ha sottolineato che "il 2024 sarà un anno cruciale per i produttori di veicoli elettrici, che si trovano a competere in un mercato sempre più aggressivo". Non che dall'altra parte del mondo non siano preparati: nel corso degli ultimi anni molte compagnie cinesi si sono impegnate per portare una ventata d'aria nel mondo dell'elettrico. Questa vettura elettrica da ben 1000km d'autonomia e ricarica lampo è un esempio.

D'altra parte, le esportazioni di veicoli elettrici dalla Cina hanno registrato un aumento del 22% rispetto all'anno precedente, raggiungendo le 101.000 unità a gennaio, tant'è che recentemente vi abbiamo parlato del fatto che, grazie a questo incremento delle esportazioni, in Cina sarebbero finite le navi cargo. Questi dati confermano il crescente interesse dei veicoli elettrici cinesi sui mercati internazionali, supportato dal miglioramento continuo delle reti di servizio. Tuttavia, la CPCA ha anche avvertito che la competizione nel settore dei veicoli elettrici sarà sempre più intensa nel corso dell'anno, parlando del 2024 come un anno in cui ci sarà molta competizione anche con brand europei e americani.

Passando alla produzione di batterie di alimentazione e di accumulo energetico, queste sono aumentate del 68% rispetto all'anno precedente, raggiungendo complessivamente 65,2 GWh a gennaio. Allo stesso modo, le vendite di batterie hanno mostrato un aumento del 72% su base annua, raggiungendo i 57,1 GWh. Se su base annua le cose sembrano andare piuttosto bene, anche qua si è registrata una diminuzione rispetto al mese precedente, con una riduzione del 16% nella produzione e del 37% nelle vendite di batterie.

I prezzi dei sali di litio in Cina (grande produttrice di batterie per via dei grossi giacimenti di terre rare ricordiamo) hanno mantenuto una relativa stabilità sul mercato a metà gennaio, tuttavia si prevede un rallentamento dell'attività commerciale in concomitanza con le festività nazionali e quind n crollo momentaneo della produzione.