Auto elettriche meno costose e con più autonomia grazie a batterie verticali

Auto elettriche meno costose e con più autonomia grazie a batterie verticali
di

Dentro e fuori, le differenze fra un’auto termica e una elettrica sono davvero minime, questo perché abbiamo adattato design tradizionali a nuove tecnologie. Cosa succederebbe invece rivoluzionando tutto?

Page-Roberts è una start-up londinese che mira ad aumentare l’autonomia delle auto elettriche del 30% rispetto a oggi grazie a un nuovo design, del tutto anticonvenzionale. Sappiamo quanto quello dell’autonomia sia spesso considerato un problema dagli utenti, che ne vorrebbero sempre di più per diminuire o cancellare l’ansia da ricarica, dunque le innovazioni della Page-Roberts sarebbero una ventata d’aria fresca, ma com’è possibile aumentare del 30% il range di una BEV con batterie più piccole di quelle odierne?

Beh installando in maniera diversa il battery pack: non più in orizzontale ma in verticale, fra i sedili anteriori e posteriori. Sempre secondo la Page-Roberts, un design di questo tipo faciliterebbe la costruzione delle auto e diminuirebbe clamorosamente i costi di produzione - che sarebbero tagliati del 36%. Certo l’azienda ammette che un design di questo tipo non sarebbe adatto a tutte le EV in modo indiscriminato, si adatterebbe in maniera perfetta soltanto alle elettriche più piccole, citycar o utilitarie a quattro posti - con i sedili posteriori montati di spalle rispetto a quelli anteriori.

Sempre secondo l’azienda, avere pacchi batteria installati nel pianale significa avere auto più alte e una vivibilità interna ridotta, mentre con la soluzione verticale le vetture potrebbero essere più sportive e aerodinamiche.

Quanto è interessante?
2
Il Mondo delle AutoIl Mondo delle AutoIl Mondo delle AutoIl Mondo delle AutoIl Mondo delle Auto