Le auto elettriche conquistano l'Italia nonostante la crisi

Le auto elettriche conquistano l'Italia nonostante la crisi
di

In Europa e Cina, ma anche parzialmente negli Stati Uniti, la crescita in termini di market share delle auto elettriche è stata sostanziale. Sul vecchio continente però sono i paesi nordici a dettare il passo, e finora l'Italia non ha mai brillato da questo punto di vista.

A ogni modo i numeri relativi alla vendita di modelli plug-in per il mese di dicembre appaiono comunque incoraggianti. Secondo i dati appena condivisi da Unrae, il mercato dell'auto sullo Stivale ha avuto un crollo del 27 percento su base annua: 122.000 esemplari immatricolati nel dicembre 2020 contro gli 89.900 del mese scorso.

Nonostante ciò le auto ibride plug-in e quelle completamente elettriche hanno tenuto botta (anche grazie agli incentivi) perdendo una quantità di esemplari quasi trascurabile. A confronto le vetture diesel e benzina sono precipitate del 42 percento, portando il rispettivo market share al 20,6 e 26 percento. Le auto completamente elettriche invece vanno al 7 percento di market share, mentre le plug-in hybrid registrano il 6,4 percento.

Riguardo i singoli modelli, tra le BEV è la Fiat 500e ad aggiudicarsi il primato di vendita (la Fiat 500e ha dominato anche a novembre) a dicembre 2021 con 887 immatricolazioni. A seguire troviamo la Dacia Spring a quota 805 e la Renault Twingo ZE a 519. Stranamente zoppicante è la Tesla Model 3, posizionatasi al sesto posto coi suoi 418 esemplari.

A tal proposito vogliamo chiudere rimandandovi ad un nostro speciale, il quale si concentra proprio sulle berline elettriche: è meglio la BMW i4 o la Tesla Model 3?

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
1