Auto elettriche contro auto ibride plug-in: cosa cambia?

Auto elettriche contro auto ibride plug-in: cosa cambia?
di

Se fra le auto elettriche alimentate a batteria e quelle a idrogeno cambia per l'appunto soltanto l'alimentazione, con il motore che resta praticamente identico, cosa cambia invece fra una EV 100% e una ibrida plug-in?

Parliamo di due mondi completamente differenti, il primo ad esempio - quello delle EV - presenta uno o più motori esclusivamente elettrici, che prendono l'energia da accumulatori installati nel pianale (o da bombole di idrogeno, volendo). Si tratta di vetture a zero emissioni, che non producono alcuno scarto inquinante; nel caso dell'idrogeno l'unico scarto è l'acqua, che dunque non ha problemi con l'ambiente.

Chiaramente queste vetture vanno ricaricate presso un wallbox casalingo o una colonnina fast charge, mentre nel caso dell'idrogeno ci vuole un distributore apposito. Hanno un'autonomia limitata, attualmente diciamo dai 200 ai 500 km per ogni singola carica, data da diversi fattori, pensiamo alla grandezza della batteria, all'ottimizzazione generale della vettura e dal suo peso, alle condizioni meteo e così via.

Discorso totalmente differente con le auto ibride plug-in. Queste vetture offrono, accanto a un motore elettrico, anche un propulsore tradizionale alimentato a gasolio o a benzina, per farle camminare dunque si può usare del comune carburante. A bordo delle ibride plug-in troviamo anche una piccola batteria da ricaricare a casa o presso le colonnine di ricarica pubblica, l'autonomia che riescono a fornire però è molto limitata, compresa fra i 25 e i 60 km, dunque il motore termico avrà comunque un ruolo fondamentale per la marcia a lungo termine.

Se si escludono i pochi km che è possibile percorrere a batteria, queste vetture producono comunque delle emissioni di CO2, anche se solitamente inferiori alle auto solo termiche - grazie all'utilizzo combinato di motore elettrico e tradizionale. Chiaramente con queste vetture è possibile avere un'autonomia pressoché illimitata, come con le auto tradizionali, basta fermarsi qualche minuto presso un distributore e rifare il pieno, mentre le elettriche necessitano di soste un po' più lunghe - a casa hanno bisogno di svariate ore, presso le colonnine Fast Charge possono bastare da 30 minuti a un'ora. Per saperne di più sui tempi di ricarica cliccate qui.

Quanto è interessante?
3