Auto elettriche: 1.500 euro di sconto sui Wallbox di ricarica casalinghi

Auto elettriche: 1.500 euro di sconto sui Wallbox di ricarica casalinghi
di

L'idea di acquistare un'auto elettrica a zero emissioni, che faccia risparmiare sul carburante tradizionale, è ormai all'ordine del giorno, la vettura però va alimentata e non sempre le stazioni di ricarica pubbliche sono sufficienti. L'alternativa è installare un Wallbox per la ricarica casalinga, magari sfruttando i nuovi incentivi governativi.

Conosciamo ormai bene come funziona l'ecobonus statale a partire dal prossimo mese di marzo: 6.000 euro di sconto per l'acquisto di un'auto elettrica con rottamazione, 4.000 euro senza rottamare, 2.500 euro di sconto invece per un'auto ibrida (magari plug-in) con rottamazione, 1.500 euro senza. Ebbene, dal 1 marzo 2019 al 31 dicembre 2021 si può ottenere una detrazione fiscale del 50% in 10 anni per l'acquisto e l'installazione di un Wallbox casalingo, purché questo sia privato e non consenta l'accesso pubblico, e l'aumento della potenza contatore fino a 7 kW.

Il tetto massimo di spesa previsto è 3.000 euro, godendo del 50% di sconto si può così arrivare a 1.500 euro di vantaggio, anche se le spese sono superiori. La restituzione del bonus avviene in dieci quote annuali di pari importo. Il decreto attuativo deve ancora essere ufficializzato, nel frattempo però i Wallbox compatibili sembrano essere esclusivamente i Modo 3, non i portatili Modo 2 e le classiche prese elettriche industriali.

Quanto è interessante?
4