Auto elettrica a 100 euro? Italia ci pensa: come funziona il leasing sociale

Auto elettrica a 100 euro? Italia ci pensa: come funziona il leasing sociale
di

Come vi abbiamo già raccontato alla fine del mese di settembre, in Francia è stato attuato il cosiddetto leasing sociale per le auto, un programma sovvenzionato con fondi statali che permette di acquistare un'auto elettrica, o comunque a basso impatto ambientale, a 100 euro al mese.

Una soluzione che permetterà ai francesi di svecchiare il parco auto, e nel contempo alle famiglie meno abbienti di acquistare una vettura moderna, e infine, di diffondere le auto elettriche.

Il progetto francese scatterà dal primo gennaio e prevede una rata mensile minima per acquistare di fatto l'auto dallo stato. Come scrive Repubblica anche il nostro governo sta pensando ad una soluzione simile tenendo conto di due questioni importanti: prima di tutto in Italia il mercato delle auto elettriche pesa solo al 3,9%, un dato fra i più bassi d'Europa, secondariamente, il parco auto del nostro Paese è estremamente datato, con milioni di veicoli vecchi e inquinanti.

Ci sono già stati degli incontri fra l'ACI, che si è candidato per gestire il parco auto “in affitto”, e i ministeri dei trasporti, del Made in Italy dell'ambiente, guidati rispettivamente da Salvini, Urso e Pichetto Fratin.

«La prossima settimana ci sarà un altro confronto – spiega il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani - l’importante sarebbe partire nel 2024 con la sperimentazione, anche con un numero minimo di vetture. Poi lo strumento si potrà affinare».

Secondo quanto consiglia l'ACI, l'assegnamento del leasing social dovrebbe tenere conto dell'ISEE, dell'età della macchina da rottamare e del tipo di auto che si acquisterà, sulla falsa riga dell'ecobonus.

«L’idea è di avere rate comprese tra i 75 e i 125 euro», aggiunge Sticchi Damiani che ricorda: «Abbiamo il parco auto più vecchio d’Europa vuol dire che gli incentivi non servono».

Come abbiamo già sottolineato, sia nel 2023, così come era già accaduto nel 2022, i bonus per cambiare l'auto sostituendola con un'elettrica o una ibrid plug-in, sono rimasti pressochè intatti: 300 milioni di euro quest'anno più altri 120 l'anno scorso. «Parte di questi soldi possono essere impegnati per il leasing sociale con un beneficio per le famiglie, per l’ambiente e per l’industria», sottolinea il numero uno dell'ACI che conclude: «L’importante è partire grazie al ricambio di vetture e alla vendita di quelle usare il meccanismo si potrà alimentare in modo virtuoso».