Le auto di Antonino Cannavacciuolo: dalla Fiat 500 alla Lancia Delta Integrale

Le auto di Antonino Cannavacciuolo: dalla Fiat 500 alla Lancia Delta Integrale
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il nome di Antonino Cannavacciuolo è legato in maniera indissolubile al mondo della cucina stellata, oltre che a quello della televisione - grazie a programmi come Cucine da Incubo e Masterchef Italia, che hanno aumentato a dismisura la popolarità dello chef. Uno chef con la passione delle auto, che ha spaziato dalla 500 alla Delta Integrale.

Da ragazzino, fra i vicoli di Napoli, l’inizio sulle due ruote, come ha confessato lo stesso chef Cannavacciuolo alla sezione Motori de Il Corriere della Sera. Poi la prima auto: una Fiat 500 da usare rigorosamente a Napoli, sostituita successivamente con una Renault 4, “l’auto che mi ha fatto diventare grande”.

Con il passare del tempo sono arrivate anche una Mercedes ML, a cui lo chef è rimasto molto legato, e una Maserati GT, passata alla moglie dopo l’uscita della Volvo CX90 - di cui lo chef è diventato testimonial. La vera passione di Antonino Cannavacciuolo si nasconde però fra le pieghe del passato, fra le sportive gloriose che hanno fatto la storia: pensiamo alla Porsche 911, alla 112 Abarth, la 127 Sport.

Il vero fiore all’occhiello della “collezione Cannavacciuolo”, in continuo aggiornamento, è però una splendida Lancia Delta Integrale, che più volte lo chef ha mostrato fiero sui social network. Chissà quale sarà la prossima gloria dei tempi andati che arricchirà il garage Cannavacciuolo.

Quanto è interessante?
3
Le auto di Antonino Cannavacciuolo: dalla Fiat 500 alla Lancia Delta Integrale