Auto dell'anno 2024, primo elenco candidate: una italiana e 15 vetture 100% elettriche

Auto dell'anno 2024, primo elenco candidate: una italiana e 15 vetture 100% elettriche
di

Chi succederà alla Jeep Avenger, auto dell'anno 2023? Negli scorsi giorni è stato reso noto il primo elenco di candidate in vista del titolo di Car of the Year 2024, una lista composta da 22 vetture, che poi verrà ulteriormente ridotta con l'avvicinarci alla data di consegna del premio.

La particolarità del COTY 2024 e che quest'anno, anche se non vi è ancora l'ufficialità, il riconoscimento tornerà al Salone di Ginevra, che a sua volta farà la sua ricomparsa nella sua location originaria, appunto nella cittadina della Svizzera francese, il prossimo marzo.

Alla fine ne resteranno soltanto 7, le “magnifiche sette” e la speranza è ovviamente che nel gruppo finale vi sia anche la Fiat 600, presentata a luglio scorso e di recente “aggiornata” con le motorizzazioni ibride.

In attesa di scoprire la futura scrematura, l'elenco attuale è dominato dalle auto elettriche al 100%, ben 15 sul totale di 22, e non mancano delle sorprese, come ad esempio la presenza di ben tre Nio, una candidatura che fa un po' discutere tenendo conto della scarsa diffusione a livello europeo dello stesso marchio.

Spazio quindi a due Renault, leggasi l'Espace e la Scenic, quindi la Peugeot e-3008, ma anche la BMW i5, la cinese BYD Seal, quindi la Fisker Ocean, la Ford Bronco, due Honda, precisamente la ZR-V e la e:NY1, le Hyundai Kona e Ioniq 6, ma anche la Jeep Grand Cherokee, altra vettura del gruppo Stellantis.

A completare l'elenco troviamo la Kia EV9, la Lexus RZ e la Lucid Air, le 3 Nio sopracitate, precisamente ET5, ET7 ed EL6, e infine la CH-R e la Prius, entrambe di Toyota. Come ricorda automobile-magazine, a passare questa prima selezione saranno le vetture che sono già state provate da un numero discreto di giornalisti, per soddisfare così i criteri di selezione finale, e bisognerà capire se la Fiat 600e rientrerà nel prossimo elenco, tenendo conto che le prime prove della stampa sono uscite in questi giorni.