Audi RS3 LMS: la berlina estrema debutta con 340 CV e un enorme alettone

Audi RS3 LMS: la berlina estrema debutta con 340 CV e un enorme alettone
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Dopo circa 180 esemplari costruiti e inviati ai clienti, la prima generazione di Audi RS3 LMS si sta ritirando per lasciare posto alla sua succeditrice. La RS3 LMS 2021 fa quindi il suo debutto ufficiale apportando svariate migliorie meccaniche, tecnologiche e aerodinamiche, le quali verranno valutate prima del suo imminente debutto.

Nel caso in cui seguiste assiduamente la casa automobilistica tedesca, riconoscereste le grosse differenze tra il modello 2021 e quello precedente. Ovviamente molte di queste derivano dal fatto che si basi sulla nuova A3 e non più sulla precedente generazione, ma alcuni ritocchi aggiuntivi sono degni di menzione.

Osservando la galleria di immagini in fondo alla pagina salta immediatamente all'occhio l'ampissima griglia anteriore, utile a incanalare l'aria verso il radiatore. Interessante poi la scelta di posizionare lo scarico perfettamente al centro della coda e ben poco trascurabile l'installazione del torreggiante alettone fisso al retrotreno. Nonostante le "esagerazioni", dobbiamo dire che le linee generali risultano più armoniose che in precedenza.

Restano invariati invece i punti fondamentali del motore: si tratta di un classico quattro cilindri turbocompresso da 2,0 litri, ma ad ogni modo va a rappresentare un'evoluzione della famiglia di propulsori EA888 andando ad erogare esattamente 340 cavalli di potenza a 6.250 giri al minuto e 420 Nm di coppia a 2.500 giri. Cotanta esuberanza raggiunge l'asfalto grazie a un aggiornato cambio sequenziale a sei rapporti con trasmissione da gara, il quale invia l'output alle sole ruote anteriori.

Il team Audi è molto orgoglioso di quanto ha ottenuto in termini di sicurezza, poiché afferma:"nessun'altra touring car TCR offre così tante componenti di sicurezza opzionali." Dal nostro canto non stentiamo a crederci, poiché gli optional dei quali si è parlato includono una roll cage tubolare, imbracatura di sicurezza a sei punti, sedili da gara robusti e avvolgenti, un sistema di controllo delle fiamme e tanto altro.

Passando alle sospensioni troviamo l'impiego di unità McPherson sull'asse anteriore, le quali consentono una risposta immediata ai vari stimoli cinetici trasmessi dall'asfalto e dai cambi di direzione. Al retrotreno invece trova spazio è stato collocato l'ottimo four-link con semiassi da gara.

Prima di lasciarvi alla galleria in calce vogliamo restare presso il produttore di Ingolstadt rimandandovi ai suoi piani per il futuro: Audi dice addio alla combustione interna, pertanto la gamma potrebbe diventare esclusivamente elettrica entro il 2035, e da questo punto di vista la nuova e-tron GT promette benissimo.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
1
Audi A3Audi A3Audi A3Audi A3Audi A3Audi A3Audi A3Audi A3Audi A3Audi A3Audi A3Audi A3Audi A3Audi A3