Attacco Arabia Saudita: "La benzina potrebbe superare i 2 Euro al litro"

Attacco Arabia Saudita: 'La benzina potrebbe superare i 2 Euro al litro'
di

Torniamo a parlare dell'attacco ai pozzi petroliferi dell'Arabia Saudita, che come abbiamo avuto modo di raccontarvi nella giornata di ieri, è destinato ad avere delle ripercussioni importanti anche sul prezzo della benzina. Quest'oggi ne ha discusso Davide Tabarelli, fondatore di Nomisma Energia, che ha dipinto un quadro preoccupante.

In un'intervista rilasciata per il Messaggero. Tabarelli ha osservato che nei prossimi giorni sono previsti aumenti di due, tre centesimi al litro e nel giro di quindici giorni la benzina potrebbe arrivare a 1,60 Euro al litro, con il gasolio destinato a toccare gli 1,50 Euro. Il docente universitario però osserva che al momento la situazione sembra essere sotto controllo, e c'è "tanto petrolio da soddisfare la domanda per circa un anno, ma tutto dipenderà dal tempo necessario per riparare i danni ai pozzi", che è stimato in settimane se non mesi. Ecco perchè l'ipotesi che porta ai 100 Dollari al barile nel giro di qualche mese non è completamente da mettere da parte. I dettagli però dovrebbero arrivare solo oggi, quando Aramco rivelerà il piano per far rientrare l'emergenza.

Il prezzo del greggio nel frattempo ha già raggiunto la cifra record di 71 Dollari al barile, in aumento di 12 Dollari, il più alto dal 1988.

In base alle rilevazioni di oggi effettuate sui vari siti, però, i prezzi del carburante sembrano aver registrato solo dei timidi rialzi, ma 'allarme di Tabarelli è importante.

Quanto è interessante?
5