Aston Martin spiega perché non correrà alla Le Mans 24 Ore con la Valkyrie

Aston Martin spiega perché non correrà alla Le Mans 24 Ore con la Valkyrie
di

Ieri avevamo anticipato l'intenzione di Aston Martin di ritirarsi dalle competizioni di Endurance, dove avrebbe dovuto partecipare con una versione da corsa della Valkyrie. Con una nota, il CEO ha spiegato le ragioni del ritiro. Hanno a che fare con il cambio repentino di regole per la categoria voluto dalla WEC/AOC.

La Valkyrie avrebbe dovuto competere nella nuova classe Hypercar ad agosto del 2020. L'Hypercar Class è una novità della stagione 2020/2021. Aston Martin ha spiegato che il brand non parteciperà alle competizioni con la sua auto, e dipende dalla scelta di ACO e IMSA di accettare in gara anche le automobili della categoria LMDh nelle competizioni WEC a partire dal 2021 e in quelle WeatherTech Sportscar Championship dal 2022.

Armonizzando i requisiti, di fatto gli organizzatori hanno permesso ai produttori di competere in entrambe le classi con un'unica vettura, rendendo le regole d'ingresso più flessibili.

Nel comunicato Aston Martin ha spiegato di aver preso la decisione di correre con una Valkyrie speciale perché immaginava di competere con veicoli e produttori simili, e non anche con i prototipi. "La situazione ora è cambiata, e per noi ha più senso prenderci una pausa e riflettere sulle nostre opzioni", ha detto il CEO Andy Palmer.

Aston Martin ha detto che si concentrerà sulle competizioni di Formula 1, dove dovrebbe rientrare a partire dal prossimo anno.

Insomma, non vedremo molto preso la Valkyrie alla Le Mans 24 Ore, in compenso potete comunque guardarla in azione in questo video con il pilota di F1 Max Verstappen.

FONTE: The Drive
Quanto è interessante?
2