L'asta della Ferrari F430 F1 di Donald Trump è un flop: venduta a meno del previsto

L'asta della Ferrari F430 F1 di Donald Trump è un flop: venduta a meno del previsto
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Lo scorso 4 gennaio vi abbiamo parlato di una speciale Ferrari F430 F1 pronta a finire all’asta. La sua particolarità? Essere appartenuta a Donald Trump, il presidente USA uscente. Ebbene l’asta è finalmente avvenuta ma, come qualcuno aveva previsto, è stata abbastanza un flop.

Acquistata nel 2007 da Donald Trump in persona, che in effetti sul libretto originale aveva fatto aggiungere l’indirizzo della Trump Tower a New York, la supercar italiana è poi stata rivenduta nel 2011. Nel 2017 tramite un’asta la vettura aveva raggiunto a malapena il suo valore minimo stimato, ovvero 270.000 dollari, questa volta invece si puntava a qualcosa di molto più alto, in fondo stiamo comunque parlando di un’auto appartenuta a uno degli uomini più influenti d’America, che ha lasciato la Casa Bianca solo oggi 20 gennaio dopo un mandato presidenziale che ha fatto sicuramente discutere.

I battitori si aspettavano infatti un prezzo d’asta compreso fra i 400.000 e i 500.000 dollari, le cose però non sono andate proprio così. Ci sono voluti 10 giorni perché qualcuno avanzasse un’offerta di rilievo: alla fine il prezzo battuto è stato di appena 330.000 dollari, bel al di sotto dunque delle aspettative. Ricordiamo che si tratta di una Ferrari F430 F1 in ottime condizioni, in colorazione Rosso Corsa, motore V8 da 4.3 litri, cambio manuale a 6 rapporti derivante dalla F1, 490 CV ci potenza complessiva. Niente male, anche visto il chilometraggio irrisorio: 11.265 km.

A proposito di aste, torniamo a casa nostra, in Italia, dove il 6 febbraio prossimo verrà battuta all’asta tutta la collezione Ferrari di Giuseppe Neri.

Quanto è interessante?
2